Koulibaly: “Verdi? Meglio che non sia venuto”

Concentrazione massima in vista della ripresa del campionato, ma anche un pensiero sulla questione che maggiormente ha tenuto banco negli ultimi giorni in casa Napoli, il mancato trasferimento di Simone Verdi dal Bologna al club azzurro. A parlare della scelta dell’attaccante, che ha rifiutato di unirsi alla squadra di Maurizio Sarri per continuare il percorso di crescita in rossoblu, è stato uno delle colonne del Napoli, Kalidou Koulibaly, intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss. “Il mancato trasferimento di Verdi? E’ stata una sua scelta – ha detto il difensore senegalese -, noi dobbiamo soltanto rispettarla. Ma certo, se un giocatore deve venire a Napoli non con piacere, allora è meglio non venire”. Non soltanto la questione Verdi, Koulibaly ha parlato anche dell’imminente ritorno dei due infortunati eccellenti del Napoli, Faouzi Ghoulam e Arkadiusz Milik, che hanno ripreso ad allenarsi con il resto del gruppo. “Il loro ritorno ci ha fatto molto piacere. Ghoulam, in particolare, è un giocatore pazzesco. Adesso dobbiamo aspettare entrambi – ha aggiunto il senegalese -, non appena potranno giocare speriamo che ci daranno una mano fino alla fine”. “Andiamo a Bergamo con grande fiducia. Sappiamo che dobbiamo vincere per rimanere in testa”.

Con l’Atalanta per vincere. Scudetto? Possiamo fare qualcosa di grande, ma è ancora lunga

Poi per Koulibaly testa rivolta alla ripresa del campionato, per continuare il cammino in testa alla classifica la squadra di Sarri nel prossimo turno dovrà superare l’Atalanta, che ha già eliminato gli azzurri dalla Coppa Italia. “Andremo a Bergamo con grande fiducia – ha chiarito il difensore -, sappiamo che per rimanere in vetta dobbiamo vincere. Lo scudetto? Noi siamo consapevoli di poter fare qualcosa di grande, ma la strada è ancora lunghissima. Ci sono ancora 18 partite, dobbiamo pensare ad una gara alla volta. Di certo daremo tutto fino alla fine. Se sarà una lotta a due con la Juventus? Secondo me tutti possono fare bene, anche se adesso Inter e Roma sono dietro. E in più qui a Napoli tutti ci dicono che dobbiamo vivere una grande festa scudetto. Me lo ripete sempre anche il portiere di casa mia… Lo ribadisco, pensiamo ad una partita alla volta. Adesso c’è l’Atalanta, una squadra che gioca bene e che con il suo modulo di gioco ci ha già messo in difficoltà. Sappiamo cosa ci troveremo di fronte, ma noi andremo a Bergamo per vincere perchè vogliamo a tutti i costi questi tre punti importantissimi”.

Fonte: SkySport

Commenti