Juve-Real: svelato il discorso di Zidane al 45′

Sette minuti per rifiatare, un discorso da leader per motivare i suoi calciatori e ribaltare una gara fino a quel momento in pareggio. Tre giugno 2017, spogliatoio del Real Madrid a Cardiff. La finale di Champions League tra le merengues e la Juventus è combattuta: dopo il gol del vantaggio di Cristiano Ronaldo, la grandissima risposta di Mandzukic. In un video del documentario “En el corazon de la Duodecima”, si vede cosa avvenne al momento del riposo. Isco e Marcelo recriminano per alcune occasioni di gioco. Zidane chiede ai suoi di rifiatare: “Parleremo poi, taglia corto”. Dopo sette minuti e un silenzio surreale, arriva il discorso dell’allenatore: “Solo due cose: è una finale, sappiamo che è una partita difficile, lo è anche per loro. La cosa più importante per noi: difensivamente dobbiamo essere più aggressivi, ma in senso positivo, non che escano cartellini. Per noi è importante arrivare in tempo, stare più vicini tutti e più aggressivi, quando non abbiamo la palla”. Consigli tecnici: “Loro giocano col 442 con Alves molto alto e Mandzukic molto alto, quello che dobbiamo fare noi è che anche loro rinculano quindi anche noi, Isco quando difendiamo, a sinistra. Pensando quando abbiamo il pallone pazienza e giochiamo più veloce verso l’esterno e Marcelo Dani un po’ più alti, quando abbiamo la palla dobbiamo tenerli lì, con Dani e con Marcelo e poi con Luka e con Isco. Quando giochiamo dobbiamo passare e giocare la palla come abbiamo lavorato in settimana, da una parte all’altra. Dobbiamo faticare, è una finale, però sempre pensando che il gol arriverà”. L’applauso finale dei suoi ragazzi. La gara finì 1-4.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 561 volte