Real-Psg, precedenti e numeri della sfida

Qui Real

I campioni d’Europa in carica si giocheranno quindi gli ottavi di Coppa per salvare la stagione, ormai da considerarsi disastrosa in Liga visti i 17 punti di ritardo dalla capolista Barcellona. Eppure l’annata era partita nel migliore dei modi, con la Supercoppa spagnola vinta insieme a quella Europea. Dunque a dicembre il Mondiale per Club, ma anche l’eliminazione dalla Coppa di Spagna (contro il Leganés) e il secondo posto nel girone di Champions in favore del Tottenham. Non è quindi un caso che la panchina di Zidane potrebbe saltare proprio in caso di eliminazione. “Futuro? Non so se mi gioco l’incarico, al futuro non ci penso – ha detto lo stesso allenatore francese nella conferenza della vigilia – mi interessa solo la partita di domani”. Dunque il modulo, col forte dubbio se proseguire col 4-4-2 (con cui è arrivata anche l’ultima vittoria in campionato), o scegliere il 4-3-3 con la BBC in campo: Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo. “A me interessa solo il Madrid, cosa facciamo, come giochiamo – ha proseguito Zidane sull’argomento – non conta il sistema, so solo che se giochiamo al nostro livello siamo molto forti”. Nessuna pressione, infine, giura Zizou circa la partita: “Viviamo per giocare questo tipo di match, e non vediamo l’ora di scendere in campo”.

Fonte: SkySport

Commenti