Real-Juve, conferenza Zidane LIVE

Nulla di scontato, nonostante il risultato dell’andata: Zinedine Zidane è consapevole delle possibili difficoltà nella sfida di ritorno con la Juventus e per questo ha tenuto a riposo quattro titolari nel derby di Madrid per arrivare al massimo alla gara di domani sera. L’allenatore del Real presenta la sfida in conferenza stampa insieme a Raphael Varane, che domani guiderà la difesa senza Sergio Ramos squalificato.

Le parole di Varane

“Sono cambiato molto, ho accumulato più esperienza ma voglio comunque continuare a migliorare e crescere, imparando dai miei compagni”.

“L’infortunio è alle spalle, ora ho maggiore equilibrio e ho imparato ad allenarmi per stare bene”.

Varane: “Higuain è un grande giocatore, capace di creare sempre qualche pericolo alla difesa. Ho bel ricordo di lui dal punto di vista umano, ha sempre avuto carica e grinta”.

“Siamo consapevoli che nel calcio può succedere di tutto e la Juventus ci proverà fino alla fine. Ma noi vogliamo vincere anche domani, sarà una sfida delicata”.

“Dybala è un’assenza importante, ma ai bianconeri non mancano i giocatori forti per giocare a certi livelli, hanno una rosa profonda. Ci aspettiamo una squadra votata all’attacco, per questo non sarà facile”.

“Non so chi giocherà affianco a me, dovreste chiederlo a Zidane. Se dovesse giocare Casemiro con me, posso dire che lo conosco abbastanza bene, a volte gioca anche in questa posizione. Nel Real possiamo giocare gare di livello a prescindere da chi scende in campo, abbiamo una rosa completa”.

“Crediamo di poter vincere la terza Champions League, ma è una competizione difficile. La qualità aumenta ad ogni livello ed è complicato”.

“Buffon è una leggenda, l’ho sempre ammirato con rispetto. Non so se si ritirerà o meno al termine della stagione, ma è un onore poterlo affrontare”.

“Vallejo ha qualità importanti, nonostante non abbia molta esperienza in Champions. Ha la nostra fiducia, sono sicuro che può fare una buona partita. Io cerco di trasmettere valori ai più giovani, chi ha maggiore esperienza deve cercare di tranquillizzare gli altri. Qui remiamo tutti nella stessa direzione e siamo abituati a certi livelli. Voglio che i miei compagni sappiano che in me possono trovare un sostegno”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 393 volte