Ecco come CR7 ha costruito il fisico perfetto

CR7: 5 regole per la perfezione

Il primo punto di un elenco lungo quanto i suoi Palloni d’Oro è l’allenamento. Ovvio, e inevitabile: “Molta corsa e molti scatti, che vanno incorporati all’interno di tutte le proprie sessioni”. Insieme, però, anche le sue mosse preferite: flessioni, panca piana per allenare i pettorali, bench dips per tricipiti, dorso e quadricipiti, trazioni alla sbarra per la schiena, tanti addominali e tante gambe, le più esplosive d’Europa. C’è tutto nella scheda personale di uno dei miglior atleti mai esistiti. Esercizi eseguiti alle perfezione, e ripetuti. Sì, ma poi? Poi c’è il secondo punto del portoghese: non limitarti alla palestra, nello spazio e nel tempo: “Puoi allenarti anche nella tua stanza poco prima di andare a dormire o appena svegliato. Se riesci a costruire una tua personale routine sarà molto più facile” – dice CR7 – “Non allenarti solo in palestra, fallo ovunque tu riesca”. Purché, ovviamente, lo sforzo sia assistito anche dalle abitudini di vita. Terzo e quarto aspetto: no alcol, e mangia bene. Cioè? Proteine: Ronaldo mangia pesce con grande regolarità, e al ristorante punta sempre su carne e verdure. Il piatto preferito? Il tipico portoghese bacalhau a braz: una miscela di baccalà, cipolle, patate affettate sottilmente e uova strapazzate. “Spesso mangio fino a sei piccoli pasti al giorno: più ti alleni, più ti serve energia. Seguo una dieta ricca di proteine, con tanti carboidrati integrali, frutta, verdura ed evito cibi zuccherati”. Amen, verrebbe da dire a tutti i personal trainer del mondo. L’ultimo aspetto in elenco? Mentale. Perché, CR7 dixit: “La forza psicologia è importante esattamente come quella fisica. Vivere una vita rilassata è il meglio che si possa avere. Passo molto del mio tempo con famiglia e amici. Vado a letto presto e mi sveglio presto, specialmente i giorni delle partite. Un buon sonno aiuta a recuperare meglio”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 1213 volte