Gli interventi di Claudio Onofri e Ciro Venerato a Radio Crc

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Claudio Onofri, allenatore

“Un calo del Napoli è comprensibile perché la rosa non è all’altezza della Juventus e con gli infortuni di Milik e Ghoulam il gap è aumentato ancora di più. Bisogna rapportare il Napoli di quest’anno non ad un’impresa, ma bisogna riconoscere tanti meriti a Sarri e ai suoi giocatori. L’allenatore del Napoli ha messo in risalto giocatori bravi, ma che non avevano il valore attuale e questo va sottolineato. Ho sempre avuto un’ammirazione estrema per lo scouting del Napoli, ma i vari Rog, Diawara e Mario Rui non sono all’altezza dei ricambi che ha la Juve in tutti i reparti. La Juve, ad esempio, mette in campo Douglas Costa che fa meglio del titolare e ricambi del genere il Napoli non li ha”. 

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Ciro Venerato, giornalista

“Una parte della critica ha sopravvalutato la rosa del Napoli e sottovalutato il lavoro di Sarri. Se l’allenatore del Napoli insiste su certi giocatori è perché non si fida di chi è in panchina.

Può essere che Rog sia seguito dal Borussia Dortmund, non lo escludo. Rog come Diawara avrebbe potuto giocare qualche minuto in più, ma non credo che avrebbe cambiato i valori in campo del Napoli che non sarebbe potuto andare oltre il secondo posto. 

Se la società azzurra non ha la forza per lottare con la Juventus per lo scudetto, va detto apertamente senza illudere i tifosi perché la chiarezza è la miglior cose. 

Il Napoli aveva proposto Ounas al Sassuolo quando trattativa Politano e credo ne parlò anche col Cagliari questo vuol dire che Sarri lo valuta cedibile e quindi non pronto”.

I presenti comunicati sono stati inviati da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto degli stessi

Questo articolo è stato letto 474 volte