Anteprima partita Napoli – Udinese

Archiviato con qualche rimpianto il pareggio del Meazza, il Napoli si appresta domani sera, al San Paolo, ad affrontare l’Udinese, nel turno infrasettimanale della 33esima giornata di serie A, in un march di fondamentale importanza nella rincorsa alla Juventus capolista, in attesa dello scontro diretto di domenica allo Stadium di Torino, che molto probabilmente, deciderà le sorti di questo campionato. Si tratta di una gara molto importante anche per la squadra di Oddo, reduce da nove sconfitte consecutive, che non può permettersi ulteriori passi falsi per non essere risucchiata nelle sabbie mobili della retrocessione.  Per il Napoli questa partita rappresenta l’ultima chiamata per poter coltivare anche qualche speranzella scudetto. Sarri ritrova il portoghese Mario Rui sulla fascia mancina ma perde Koulibaly squalificato dal giudice sportivo, in seguito all’ammonizione rimediata contro il Milan. Al suo posto dovremmo rivedere Tonelli. A centrocampo Diawara scalpita per tornare in formazione dopo il gol al Chievo, ma molto probabilmente sarà ancora Jorginho il faro della zona mediana del campo. In avanti potrebbe partire dal primo minuto il polacco Arkadiusz Milik che sembra essere nelle condizioni di forma ideali per  sostituire uno spento ed affaticato Dries Mertens completamente avulso dal gioco nelle ultime partite. In  casa friulana il tecnico bianconero non potrà disporre dello squalificato  Hallfredsson, per cui sembra sicura  la riconferma del giovane Balic davanti alla difesa. Nella zona di centrocampo tornerà al suo posto  Jankto in luogo di uno tra Barak e Fofana. In avanti vista  l’assenza di Lasagna, sarà impiegato Perica, in vantaggio  su Maxi Lopez, ma anche De Paul rischia il forfait a causa di  un problema al ginocchio. Larsen, potrebbe partire di nuovo nel terzetto difensivo, con l’inserimento di uno tra Widmer e Zampano a destra.

Vediamo ora i possibili schieramenti delle due squadre:

NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Tonelli, Mario Rui; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Milik, Insigne.

UDINESE (3-5-2): Bizzarri; Larsen, Danilo, Samir; Widmer, Fofana, Balic, Barak, Adnan; Jankto, Perica.

Riguardo ai numeri della gara, il bilancio dei 41 match disputati all’ombra del Vesuvio  vede i padroni di casa nettamente in vantaggio sugli ospiti con  25 vittorie a 5, 11 invece i pareggi. L’ultimo successo dell’Udinese al San Paolo  risale all’aprile del 2011, quando si impose per 2 a 1 con reti di Inler e Denis, per il Napoli rete della bandiera di Mascara.

Commenti

Questo articolo è stato letto 913 volte