Mou: “Wenger? I rivali sono i più grandi amici”

L’ultima volta di Arsene Wenger all’Old Trafford da avversario. Sì, fa strano dirlo. Anche scriverlo. Ma così sarà. Lunedì 29, nel più classico dei Monday Night, Manchester United e Arsenal si sfideranno per l’ennesima volta in Premier League. Ma per Wenger sarà l’ultima gara all’Old Trafford. E contro José Mourinho, avversario di tante battaglie e diverse liti, anche se lo Special One, nell’ultima intervista, ha dichiarato “che i due potrebbero anche essere amici in futuro”. Stavolta, invece, spera che l’Old Trafford mostri il rispetto che merita un’icona. 

“Spero che i tifosi dello United rispettino Wenger”

Così Mourinho: “Da parte nostra avrà il rispetto che merita. Credo sempre che i nostri avversari, in realtà, siano i nostri più grandi amici, sono quelli che ci spingono al limite. I tifosi del Manchester United sanno che fino al 2004, per circa 10 anni, la lotta è stata fra Gunners e Red Devils, fra Ferguson e Wenger. Penso che le grandi squadre che presentava l’Arsenal, e il testa a testa con lo United, abbiano reso il Manchester migliore, quindi spero che Wenger abbia un’ottima accoglienza”.

“Dispiace per le liti tra di noi”

Qualche diverbio tra i due, Mourinho si è pentito: “Sono successe piccole cose, dei gesti, delle parole, che sarebbe stato meglio non fossero accadute – ammette lo Special One – Ma quando sono arrivato in Inghilterra nel 2004, l’Arsenal era campione in carica, era la squadra degli invincibili, quella di Bergkamp, Henry, Campbell. Un club fantastico che ci spinse al limite. Ci sono state grandi partite, grandi battaglie e possiamo solo dire grazie per questo. C’e’ rammarico per qualche piccolo episodio negativo e credo valga lo stesso anche per Wenger”.

Fonte: Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 155 volte