Pepe Reina: “Proprio vero, a Napoli piangi due volte, quando arrivi e quando parti”

L’ex portiere spagnolo del Napoli, Pepe Reina ha rilasciato una lunga intervista al quotidiano sportivo iberico AS, nella quale ha parlato della sua esperienza azzurra della sua prossima avventura al Milan ed ovviamente di De Laurentiis, ma quello che ha tenuto a sottolineare è che il detto che a Napoli si piange due volte, ovvero quando si arriva e quando si parte è la pura verità. Ma ecco nel dettaglio le parole dell’estremo difensore, oggi con la maglia del Milan:

“L’anno scorso mi voleva il PSG ma il Napoli non volle  cedermi. Fu giusto così, ci eravamo ripromessi che saremmo rimasti tutti per provare a vincere lo Scudetto. Dispiace non essere riusciti nel’intento, i tifosi se lo sarebbero meritato. E comunque voglio dire che è proprio vero: a Napoli piangi due volte, quando arrivi e quando te ne vai. Ora finirò la carriera al Milan e probabilmente lascerò la Nazionale spagnola dopo questo Mondiale in Russia. Il Milan mi attizza, è un’avventura da provare  L’obiettivo sarà quello di centrare la qualificazione in Champions League, abbiamo il dovere di riportare il club rossonero dove gli compete. Ho trascorso degli anni stupendi in maglia azzurra; nella  stagione appena terminata abbiamo fatto 91 punti che sono tantissimi ma  la Juve ha fatto ancora meglio. Parliamo di una squadra che per forza societaria non è paragonabile a nessuno in Italia. Sarri? A lui mi lega un rapporto padre-figlio. Andrebbe bene in qualsiasi squadra al mondo, anche al Real Madrid. Lavorare con lui è stato meraviglioso, ha fatto giocare il Napoli alla grande. Noi due  siamo due tipi schietti che amano parlare in faccia. Gli sarò sempre grato. Riguardo al presidente De Laurentiis, rispetto il suo modo di gestire la società, ma spesso non lo condivido. Lui ed io  due personalità abbastanza forti, tuttavia le  idee sono completamente  diverse”

Questo articolo è stato letto 928 volte