Danimarca-Francia: le probabili formazioni

Qualificazione agli ottavi di finale del Mondiale già in tasca grazie ai due successi ottenuti contro Australia e Perù, la Nazionale francese si prepara ad affrontare la Danimarca nella terza e ultima gara del gruppo C che si disputerà martedì 26 giugno allo stadio Luzhniki di Mosca con fischio d’inizio in programma alle ore 16. Una sfida tra la prima (la Francia con 6 punti) e la seconda del girone (la Danimarca a quota 4 punti), 90′ minuti con in palio il primato del gruppo C: in caso di successo o pareggio la Francia chiuderebbe aritmeticamente al primo posto del raggruppamento, la Danimarca invece con un pareggio otterrebbe il pass per gli ottavi di finale della competizione come seconda classificata; per arrivare invece al primo posto nel girone la Nazionale allenata dal Commissario tecnico Hareide ha come unico risultato la vittoria. Nel caso di sconfitta, invece, la  Danimarca dovrebbe attendere il risultato della sfida tra Australia e Perù (in programma in contemporanea): in caso di successo, infatti, la Nazionale australiana salirebbe e quota 4 in classifica, gli stessi punti della Danimarca, e a quel punto si qualificherebbe la squadra con la migliore differenza reti. Una sfida dunque, quella tra Danimarca e Francia, tutta da vivere e con in palio obiettivi importanti.

Francia, le scelte del Ct Deschamps

Due vittorie su altrettante partite, due successi sofferti (2-1 contro l’Australia e 1-0 contro il Perù) che hanno regalato alla Francia la certezza aritmetica della qualificazione agli ottavi di finale della competizione con una giornata di anticipo: la Francia adesso si prepara ad affrontare la Danimarca nell’ultima gara del Gruppo C con l’obiettivo di chiudere a punteggio pieno il girone. Pochi dubbi di formazione alla vigilia per il Commissario tecnico francese Didier Deschamps, intenzionato a confermare l’ormai collaudato 4-2-3-1: tra i pali spazio a Lloris, difesa a quattro composta da destra a sinistra da Pavard, Varane, Umtiti (da valutare comunque le sue condizioni) e Lucas Hernandez, centrocampo a due con Kantè e Pogba, saranno invece Mbappé, Griezmann e Matuidi ad agire dietro le spalle dell’unica punta Giroud. E c’è proprio una statistica curiosa che riguarda l’attaccante del Chelsea: è lui infatti ad avere segnato gli ultimi tre gol della Francia contro la Danimarca.

Francia (4-2-3-1), la probabile formazione: Lloris; Pavard, Varane, Umtiti, Lucas Hernandez; Kantè, Pogba; Mbappé, Griezmann, Matuidi; Giroud. CT: Deschamps.

Danimarca, le scelte del Ct Hareide

Un successo per 1-0 contro il Perù e un pareggio per 1-1 contro l’Australia, questo il cammino Mondiale fino a questo momento della Danimarca che contro la Francia nella terza e ultima giornata del girone C potrebbe addirittura chiudere il raggruppamento – in caso di successo – da primatista. La Nazionale allenata da Hareide otterrebbe l’aritmetica certezza degli ottavi di finale, però da seconda classificata, anche in caso di pareggio. Il Commissario tecnico danese conferma il 4-2-3-1, modulo ormai collaudato: in porta spazio a Schmeichel, Larsen terzino destro e Dalsgaard terzino sinistro, coppia di difensori centrali composta invece da Kjaer e Christensen. A centrocampo Delaney e Schöne agiranno dietro il trio di trequartisti che sarà composto da Fischer, Eriksen e Sisto, con Jorgensen unica punta. Certa l’assenza di William Kvist che a causa dell’infortunio subito nella gara contro il Perù ha terminato anzitempo la sua avventura al Mondiale. Curioso dato statistico che farà sorridere la Danimarca: sempre sconfitta nelle quattro delle ultime cinque partite dei Mondiali contro squadre europee, i danesi hanno come un’unica eccezione proprio un successo per 2-0 ottenuto contro la Francia nel Mondiale del 2002.

Danimarca (4-2-3-1), la probabile formazione: Schmeichel; Larsen, Kjaer, Christensen, Dalsgaard; Delaney, Schöne; Fischer, Eriksen, Sisto; N. Jorgensen. CT: Hareide.

Fonte: Sky

Commenti