Lulic: “Lazio casa mia. Mercato? Aspetto qualcosa”

La prima conferenza stampa del ritiro è del capitano, parola a Senad Lulic. Sorrisi, buon umore, un senso di relax da primi giorni di ritiro. Anche se la Lazio, per l’undicesima volta ad Auronzo di Cadore, sta correndo veloce verso la prossima stagione: “Siamo uniti dentro e fuori dal campo, Inzaghi sta lavorando molto”. Come Lulic, capitano dall’anno scorso. Reduce da un buona annata, 50 partite e 5 gol, il bosniaco sta per iniziare la sua ottava stagione in biancoceleste: “Qui è casa mia, sto molto bene a Roma”. Futuro blindato. 

“Spero che dal mercato arrivi qualcosa”

De Vrij e Felipe Anderson hanno lasciato la Lazio, Lulic si aspetta ulteriori rinforzi: “Ogni anno le squadre si rinforzano, come accaduto nella passata stagione. Sono arrivati nuovi giocatori, spero ne arrivino ancora di più. Se arrivano giocatori forti si alza il livello del gruppo e delle partite. Il mercato è ancora aperto e spero arrivi qualcosina”. E il futuro di Lulic? “Io ho ancora due anni di contratto, non penso a cosa accadrà. E’ ancora troppo presto per parlarne, sono tanti. Questa è la mia ottava stagione in biancoceleste, la Lazio è casa mia, a Roma sto bene. Per quanto concerne il rinnovo se ne parlerà più avanti”. 

“Uniti dentro e fuori dal campo”

C’è un grande spirito di aggregazione in casa Lazio, la forza del gruppo è la cosa più importante per Inzaghi: “Stiamo proseguendo quanto iniziato l’anno scorso. Abbiamo lo spirito di stare insieme e divertirci. Abbiamo dimostrato di saperlo fare anche sul campo. Siamo uniti sia fuori che dentro”. L’anno scorso i due risultati più importanti – Champions ed Europa League – sono sfumati per piccoli dettagli: “Siamo sulla buona strada. Vogliamo migliorare ogni anno, stiamo crescendo. Sappiamo che il campionato non è semplice, confermarci non sarà facile. Ma uniti possiamo dimostrare di essere una squadra forte”. La Lazio ha divertito tifosi e appassionati, bel gioco e soprattutto tanti gol: “Ci portiamo dietro il divertimento, il bel calcio offensivo che ha prodotto tantissime reti. Non vogliamo più avere certi cali di tensione che abbiamo avuto contro il Salisburgo e anche contro l’Inter. Non dobbiamo più perdere la testa, come accaduto in quei 10-15 minuti…”. 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 252 volte