Alves difende Neymar: “I meme non fanno ridere”

Durante il Mondiale di Russia, Neymar è stato bersaglio di tantissime prese in giro per il suo comportamento mostrato in campo, in particolare in relazione alle eccessive reazioni in seguito a contatti di gioco. E adesso c’è anche chi ha deciso di andargli in soccorso: è Dani Alves, suo connazionale e compagno di squadra al Paris Saint-Germain. L’esterno brasiliano ha difeso a spada tratta l’ex Barça, esortandolo a non prestare attenzione alle numerose battute circolate sui social network nell’ultimo periodo: “Non penso che queste siano riducibili solo a scherzo – ha spiegato – Quando diventano ripetitive, smette di essere un gioco e inizia a essere qualcosa che può causare danno. Penso che Neymar abbia la giusta intelligenza per far sì che queste cose non lo scalfiscano. Noi gli siamo sempre vicini assicurandoci che non gli importi ciò che si dice sul suo conto. Alla fine è importante chi sei, non ciò che gli altri pensano di te”.

“Spero che Ney resti, bisogna lottare per l’obiettivo”

Neymar che, intanto, ha ribadito che resterà al PSG anche nella prossima stagione, dopo le tante chiacchiere su un suo possibile passaggio al Real Madrid. Permanenza che, secondo Dani Alves, ha come motivo il progetto del club francese: “Spero rimanga, perchè la storia che ha in questo club merita di essere rinnovata anno dopo anno. Non è perchè si è mancato un obiettivo che bisogna mollare”. E ancora: “Penso che i campioni e le persone che vogliono costruire una storia vincente in una professione devono lottare per inseguire un obiettivo. Quanto questo è raggiunto, allora è lecito cambiare”.

Fonte: Sky

Commenti