OBIETTIVO NAPOLI – Azzurri dominanti grazie alle invenzioni di Ancelotti

Vittoria netta del Napoli, che con una grande prestazione ha avuto la meglio su un Parma dominato dal primo all’ultimo minuto dalla squadra di Ancelotti che, nonostante le tre reti realizzate, avrebbe potuto chiudere con un vantaggio più ampio la sua partita, considerando la mole di azioni da gol create.

Il bello del Napoli di Ancelotti, al di là della qualità di gioco espressa, è che in ogni gara presenta qualche bella innovazione. La novità di oggi sono state l’esordio di Malcuit al posto di Hysaj e l’inserimento di Fabiàn Ruiz nell’inedita posizione di esterno destro di centrocampo. Le due innovazioni di Ancelotti hanno sortito subito effetti positivi, tanto che le azioni migliori degli azzurri sono nate proprio dalla corsia destra, dove i due nuovi acquisti dialogavano con efficacia e con movimenti inediti rispetto ai titolari consueti. Con Hysaj e Callejòn, infatti, il Napoli era abituato a tenere un terzino sostanzialmente poco incisivo in fase di spinta ed un esterno di centrocampo molto largo che andava poi a tagliare in area senza palla. Stasera invece Malcuit ha interpretato il ruolo di terzino secondo le sue caratteristiche, ovvero con una spinta costante e tante iniziative in velocità, mentre Fabiàn Ruiz ha giocato più internamente, accentrandosi spesso a formare un tandem di trequartisti con lui sul centro-destra e Zielinski sul centro sinistra. Con due esterni spuri che venivano sulla trequarti a creare gioco, i terzini a spingere costantemente e Milik e Insigne davanti a muoversi molto, per non dare punti di riferimento statici, il Napoli ha creato numerose azioni di pregevole fattura, con accelerazioni improvvise e giocate di grande tecnica.

Per favorire il gioco offensivo si è rivelato prezioso anche il lavoro dei due mediani, Diawara e Allan, bravi a dare equilibrio alla squadra, non disdegnando di appoggiare la manovra d’attacco quando possibile. Grazie anche al buon lavoro di Koulibaly e di un ritrovato Maksimovic, i partenopei sembrano aver trovato pure quella stabilità difensiva che era un po’ mancata nelle prime giornate di campionato.

Con queste premesse il Napoli può guardare con moderato ottimismo alla sfida con la Juventus, che sarà un esame importante per capire le reali potenzialità degli azzurri e la loro personalità al cospetto dei rivali di sempre.

Questo articolo è stato letto 1020 volte