Argentina, le convocazioni: sorpresa De Paul

Pronti, attenti e via con il secondo giro. L’Argentina è pronta a tornare in campo e lo farà per la seconda volta sotto la guida di Lionel Scaloni. Una vittoria per 3-0 contro Guatemala e un pareggio a reti bianche contro la Colombia, questo il bottino raccolto dal nuovo Ct nelle sue prime due partite da allenatore sulla panchina dell’Albiceleste. Adesso, appunto, è il momento di ripartire. Iraq e Brasile, saranno queste le prossime due amichevoli che l’Argentina dovrà disputare, la prima l’11 e la seconda il 16 ottobre. E siccome la voglia di tornare a lavoro è tanta, ecco che Scaloni ha pubblicato la lista dei convocati con due settimane di anticipo.

I grandi esclusi

La prima cosa da notare è l’assenza di Messi, la seconda consecutiva. Nessuna sorpresa, perché Scaloni di fatto lo aveva già annunciato lunedì: “Che non venga, per il momento, è la decisioni migliore – le sue parole – stiamo aprendo un nuovo ciclo dopo i Mondiali e i ragazzi che stanno giocando adesso hanno bisogno di continuare a farlo”. Ripartire, questo il compito di Scaloni, che fra gli altri ha escluso anche i vari Higuain, Biglia, Di Maria e Aguero. Per loro ci sarà tempo e, probabilmente, non sarà compito di Scaloni chiamarli (lui che è stato nominato Ct ad interim).

La novità

A sorridere, invece, è Rodrigo De Paul. Il centrocampista dell’Udinese, infatti, ha ricevuto la sua prima convocazione con l’Argentina. Merito di un avvio di campionato strepitoso, condito da quattro gol e un assist nelle prime sei giornate. L’ultimo argentino a essere convocato in Nazionale da giocatore dell’Udinese è stato Lucas Castroman nella stagione 2003/2004. Poi Pineda (nei Mondiali del 1998) e prima Sensini e Balbo. Per gli altri più recenti, come nel caso di Pereyra o Denis, la chiamata è avvenuta quando già erano in altre squadre. Oltre a De Paul dall’Italia arriveranno anche i viola Pezzella e Simeone, già chiamati per le precedenti amichevoli. Poi gli interisti Icardi, tornato al gol in Serie A proprio contro la Fiorentina, e Lautaro Martinez, ancora fermo ai box per l’infortunio al polpaccio. Infine lo juventino Dybala, che ha segnato il primo gol in campionato proprio nell’ultima partita contro il Bologna. Per lui due panchine contro Guatemala e Colombia. Chissà che, dopo aver ritrovato il sorriso in bianconero, non riesca a fare lo stesso anche con la maglia dell’Argentina

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 285 volte