Gli interventi di Alfredo Pedullà e Mariano Izco a Radio Marte

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alfredo Pedullà, giornalista

“Non mi piace tirare in ballo la fortuna, ma contro la Stella Rossa il Napoli è stato sfortunato perchè ha pagato quel 40% in meno che aveva.

Milan-Juve? Higuain giocherà, lo spero. Gattuso quando si gira in panchina, scopre che non c’è quasi nessuno a causa di infortuni. Higuain non ha gradito il modo con cui è stato scaricato e per questo motivo credo che farà di tutto per esserci.

Nainggolan è un grande acquisto, ha avuto dei problemi fisici che lo hanno condizionato, ma è un grande acquisto al pari di Cancelo che però deve migliorare in fase difensiva.

Fabian ha risposto a chi lo aveva già bocciato. Calciatori del genere per meno di 30 milioni non te li danno.

Il Milan deve prendere un attaccante, ma lo capiremo meglio quando Gattuso avrà deciso se giocare col 4-3-3- o con le due punte perchè in questa seconda ipotesi, prendere un altro attaccante è fondamentale.

Il Napoli se a gennaio non troverà un calciatore capace di migliorare la squadra resterà così com’è”.

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Mariano Izco, ex Chievo e Catania attualmente svincolato

“Ho giocato tante partite contro il Napoli, ma le vinceva quasi tutte la squadra azzurra. Ricordo però un Napoli-Chievo, vincemmo con Maxi Lopez, c’era Benitez sulla panchina del Napoli. Questo campionato mi piace e al di là di Juve e Napoli che sono sopra ogni altra formazione, è una serie A molto equilibrata e ogni partita è incerta.

Il Genoa è un po’ in difficoltà e la prossima gara non sarà per nulla semplice, quella contro il Napoli. Il Genoa dovrà provare a fare gruppo perchè solo così arrivano i risultati.

Icardi o Huiguain? Sono tutti e due forti, ma a me piace più Higuain perchè si sacrifica per la squadra. Icardi è un bomber, magari non tocca palla per 40 minuti, ma poi decide le partite. Maradona non è paragonabile a nessuno e Messi è un calciatore straordinario, ma Maradona resta unico e intoccabile”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 581 volte