Gli interventi di Ciccio Marolda, Liberato Ferrara e Guido Trombetti a Radio Crc

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Ciccio Marolda, Corsport: “Non brinderò a fine campionato ma non posso dire di essere insoddisfatto. Ci sono delle cose che non sono andate ma dire che è un anno da buttare, è sbagliato. Il coro giusto di ieri sarebbe dovuto essere: si poteva fare di più? Il problema nasce già da alcuni anni a Napoli: o condividi ciò che dicono alcuni o sei contro altri. Nel gesto della maglia c’è qualcosa che apprezzeremo più avanti perchè si metterà un punto sul tifo organizzato e certi meccanismi”. 

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Liberato Ferrara, giornalista: “Nei fatti Ancelotti si è presentato tra l’entusiasmo popolare dicendo che il Napoli avrebbe lottato per lo scudetto, per la Champions e per un trofeo tuttavia alla resa dei conti, il Napoli è fuori da tutto con 14 punti in meno rispetto allo scorso anno. Il fallimento non lo fai in funzione del passato ma rispetto a ciò che si è dichiarato ad inizio stagione. Ancelotti sta rinnegando tutte le prospettive future; non si sta comportando come garante dei tifosi. La contestazione dei tifosi a Piazza Plebiscito con lo striscione c’è stata perchè si sentono traditi da chi era stato definito come il nostro Cristiano Ronaldo. Insigne ha fatto una scelta con Raiola e non c’è nulla più da dire”.  

In diretta a ‘Un Calcio Alla Radio’, trasmissione di Umberto Chiariello in onda su Radio CRC, è intervenuto Guido Trombetti, ex rettore Federico II: “Il bello del calcio è che c’è una gamma di possibilità infinita. Con una squadra a fine ciclo, da rifondare, era impossibile pensare di fare meglio. La stagione del Napoli è sufficiente perchè sono arrivati secondi e non era scontato. Mi pare che in giro ci sia un livore verso Ancelotti fuori luogo. Mi auguro una campagna acquisti che ci dia la possibiità di combattere fino in fondo. Con Sarri sono arrabbiato perchè ci ha lasciato male; non mi è piaciuto il suo scaicare le responsabilità sulla società”. 

Commenti