Il punto sulla A dopo la trentacinquesima giornata

La trentacinquesima giornata del massimo campionato italiano,  che avrà il suo epilogo, questa sera, con l’ultimo posticipo tra Milan e Bologna,  ieri ha emesso altri due verdetti: La compagine azzurra di Carlo Ancelotti, battendo di rigore, tra mille polemiche, il Cagliari, ha matematicamente conquistato la piazza d’onore per il secondo anno di fila, mentre il Frosinone ha perso l’ultima occasione per sperare nella salvezza, pareggiando per 2 a 2 a Reggio Emilia contro il Sassuolo. I ciociari, il prossimo anno, faranno compagnia al Chievo in cadetteria. Resta da decidere la terza retrocessione. L’Empoli, terzultima, benchè vincente sulla Fiorentina nel derby toscano per 1 a 0,  rimane l’indiziata numero uno. Per quanto riguarda la zona Champions l’Atalanta sorride dopo il trionfo all’Olimpico contro la Lazio soccombente per 1 a 3. Gli orobici sono quarti in classifica ed insidiano la terza posizione dell’Inter distante un solo punto. Inter che come la scudettata Juve ha guadagnato un solo punto impattando ad Udine per 0 a 0. Dal canto loro i bianconeri hanno acciuffato il pareggio con Ronaldo nell’anticipo di venerdì con il Torino che era passato in vantaggio. Dietro la formazione di Gasperini al quinto posto troviamo la Roma che ha pareggiato 1-1 al “Ferraris” di Genova contro i padroni di casa del Genoa, che nel finale hanno rischiato di vincere  se solo Sanabria avesse trasformato il rigore assegnato dall’arbitro. A completare il quadro di questa quartultima giornata dobbiamo ricordare la vittoria della Spal sul campo del Chievo per 4 a 0 ed infine il pareggio a metà classifica tra Parma e Sampdoria per 3-3. Ancora una doppietta per il sempreverde Quagliarella.

Commenti

Questo articolo è stato letto 603 volte