Napoli: subite ben sette reti nelle prime due gare, non succedeva dal dopoguerra

A quanto pare qualcosa non va nel reparto arretrato della squadra azzurra; tra Firenze e Torino, contro Fiorentina e Juve, il Napoli ha già incassato ben sette reti, un evento che non si registrava da oltre settant’anni. Infatti era dal dopoguerra che l’undici partenopeo non ostentava tale fragilità difensiva. Queste prime due partite di campionato, a differenza di quanto si pensasse alla vigilia, hanno evidenziato che la coppia Manolas- Koulibaly non è complementare. I tifosi già rimpiangono Albiol, capace di dare molta più sicurezza sia al gigante senegalese che a tutto il pacchetto arretrato.  Un numero di gol al passivo così  pesante  dopo soli  180 minuti di gioco rappresenta un grosso handicap per una formazione che lotta per non retrocedere, figuriamoci per un team che mira a combattere per il titolo.  Per la cronaca l’annata in cui il Napoli, come in questo inizio di campionato era stato “capace” di  subire sette reti, era quella del 1941/42, stagione in cui chiuse il torneo  al 15º posto e retrocedette in Serie B per la prima volta nella sua storia. Ovviamente non è il caso di gettare la croce addosso ai due principali attori della retroguardia di Ancelotti, tuttavia,  il buon Carletto dovrà trovare, a breve, le giuste contromisure per correggere questo andazzo.

Commenti

Questo articolo è stato letto 518 volte