Manolo Gabbiadini medita la rivincita contro la sua ex squadra

L’ex attaccante azzurro, Manolo Gabbiadini, oggi in forza alla formazione blucerchiata capitanata dall’altro grande ex Fabio Quagliarella, ospite, sabato pomeriggio nel rinnovato stadio San Paolo di Fuorigrotta, mai apprezzato più di tanto, a Napoli, medita la rivincita personale  contro la sua vecchia squadra. Molto probabilmente il bomber girovago farà parte dell’undici titolare che il neo allenatore della Sampdoria Eusebio Di Francesco opporrà al team di Ancelotti, nell’anticipo valevole per il terzo turno di campionato. I doriani sono reduci da due sconfitte di fila, ma più che i risultati negativi,  pesano sul morale dei giocatori, le incertezze del club di Ferrero, in cerca di acquirenti. Questa situazione, a dir poco misteriosa,  si ripercuote nello spogliatoio mettendo ansia alla squadra. La Sampdoria vista all’opera nelle prime due giornate è apparsa poco reattiva e molto impacciata. L’ex tecnico tecnico giallorosso è corso ai ripari, tentando di rassicurare i suoi ragazzi, spronandoli a dare il massimo, a prescindere dalle preoccupazioni societarie. Di questo avviso è appunto Manolo Gabbiadini, voglioso di riscattarsi e far ricredere i tifosi napoletani. Sulle qualità del calciatore non ci sono dubbi, tuttavia negli ultimi anni, sia in Italia che in Inghilterra non si è espresso come ai vecchi tempi che lo portarono a vestire la maglia della nazionale. Contro il suo Napoli, sabato, Gabbiadini vorrebbe dare un dispiacere alla tifoseria partenopea che certamente non lo accoglierà a braccia aperte.

Commenti

Questo articolo è stato letto 820 volte