Gli interventi di Ciccio Marolda, Bortolo Mutti, Francesco Montervino e Giorgio Ciaschini a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Ciccio Marolda, giornalista

“Il Napoli ha più soluzioni e può formare più coppie rispetto alle altre squadre. Poi, non so se siano migliori o peggiori della Juve, ma Ancelotti ha alternative ed è anche ciò che si chiede ad un tecnico: valorizzare la rosa. 

Il Napoli deve vincere conto Cagliari e Brescia per competere con una Juventus che pur stentando, riesce a sempre a fare bottino pieno. L’Inter invece ha carattere e vedremo dove arriverà, ma il Napoli non deve guardarsi intorno e pensare solo a se stesso e ad accumulare punti”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Bortolo Mutti, allenatore

“Ricordo quell’episodio tra Napoli e Cagliari e i tifosi del Napoli giustamente si schierarono dalla mia parte. 

Ancelotti in attacco può scegliere tra varie coppie, ma preferisco sempre un brevilineo con un attaccante dalla fisicità spiccata. 

Napoli e Inter si sono avvicinate molto alla Juventus. Il Napoli ha consolidato una mentalità ed ha arricchito un gruppo giù funzionale, l’Inter invece ha rivoluzionato un po’ le strutte ed ha inserito giocatori di grande peso e sì, vedo la Juve ancora un po’ favorita, ma quest’anno ci divertiremo”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Francesco Montervino, ex calciatore attualmente direttore generale del Nola

“E’ riduttivo pensare che ci possa essere una coppia d’attacco migliore di un’altra perché nel calcio moderno non esiste una formazione tipo, l’organico deve essere importante tutto. Poi, ad oggi, la coppia che a me più piace è formata da Milik e Lozano, ma ad esempio la più efficace attualmente è composta da Llorente e Mertens.

Il Napoli ha la fortuna di avere 3 su 4 centrocampisti tuttocampisti, l’uni che non ha questa duttilità è Allan che però ha un’intensità superiore alla media. 

Il “noi non siamo napoletani” sentito a Lecce deve essere un orgoglio per i napoletani anche perché è vero, loro non sono napoletani e questa differenziazione è giusto che ci sia. Il napoletano è unico ed è di una categoria superiore”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Giorgio Ciaschini, operatore di mercato

“Forse Ancelotti non ha mai avuto a disposizione una batteria di attaccanti così forte. Carlo può scegliere di volta in volta e nel caso anche modificare qualcosa a gara in corso ed è una possibilità in più che sfrutterà molto bene. Anche Llorente è molto bravo nell’entrare in partita ed è un vantaggio. E’ un giocatore che mette in campo la sua massima disponibilità ed è per questo che riesce ad immedesimarsi nelle caratteristiche della squadra. 

Mi piacciono molto i giocatori veloci e rapidi in avanti, il Napoli ne ha tanti, ma anche Milik e Llorente fanno la differenza”.  

Commenti