Gli interventi di Gianfranco Coppola, Rino Foschi, Vincenzo Montefusco e Luca Marchetti a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gianfranco Coppola, giornalista

“Se la società vuole rivalersi nei confronti dei calciatori significa anche non aprire più al dialogo. Quando li tocchi nella tasta, poi diventa problematico ragionare con i calciatori. 

Napoli paga pesantemente l’assenza di un dirigente che faccia da filtro tra proprietà e blocco tecnico. Nelle società in cui ci sono figure che facciano da pompiere può anche accadere che Cristiano Ronaldo venga tirato fuori perché la situazione si risolve”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Rino Foschi, dirigente sportivo

“Se De Laurentiis vuole rivalersi nei confronti dei calciatori spacca lo spogliatoi, ma poi così si fa fatica a rimediare. Sarebbe un peccato fare un passo del genere perché Napoli è un popolo particolare, merita successi e ci sono ancora troppi obiettivi da centrare in questa stagione. Un’azione del genere potrebbe compromettere il rapporto tra proprietà e area tecnica”.   

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Vincenzo Montefusco, allenatore

“Quando una società decide di portare la squadra ritiro e l’allenatore ne viene a conoscenza da una dichiarazione del presidente pubblica si crea una grande confusione. Al di là di ciò che c’è scritto nel contratto, c’è un’etica che va rispettata e poi se si vuole avere una leadership nello spogliatoio non è questo il modo. Quando la squadra viene a sapere che l’allenatore era allo scuro di tutto, questo diventa lo zimbello del gruppo e perde di credibilità. Ancelotti sa bene che queste cose minano il rapporto nello spogliatoio e il giocatore perde stima nel tecnico perché lo vede come uno che accetta tutto ciò che decide la società e il rapporto di stima è fondamentale in uno spogliatoio”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Luca Marchetti, giornalista

“La priorità del Napoli non è trovare un calciatore che risolva un problema tecnico, ma serenità nello spogliatoio. Poi è chiaro che si può migliorare anche dal punto di vista tecnico. 

Ancelotti ha commesso qualche errore come tutti in questa situazione, ma non è la prima volta che si trova in una condizione delicata. Poi, ci può anche stare che una stagione vada storta e non si raggiungano gli obiettivi, ma questo non cancella il suo passato e quindi dal punto di vista dell’immagine non credo ce Ancelotti ne esca danneggiato. 

Su Tonali ci sono tutti, non solo il Napoli. Lo scambio Hysaj-Florenzi è ipotizzabile perché Florenzi è fuori dal progetto Roma tanto quanto Hysaj è fuori dal progetto Napoli. Ibrahimovic, da quello che sappiamo noi, o torna in Italia oppure smette e la società che ha fato passi concreti per prenderlo è il Bologna”. 

Commenti

Questo articolo è stato letto 893 volte