Gattuso: “Non siamo guariti, ora serve continuità”

Il Napoli ritrova finalmente la vittoria, dopo poco più di due mesi dall’ultimo successo conquistato in campionato. C’è riuscito in casa del Sassuolo, trovando nel finale i tre punti che permettono agli azzurri di accantonare con ottimismo il 2019. Gennaro Gattuso ha commentato così la sfida, intervistato da Sky Sport al termine della gara: “Siamo malati, non siamo ancora guariti e lo sappiamo, erano due mesi che non riuscivamo a vincere e oggi abbiamo fatto una buona partita. La strada è lunga e dobbiamo lavorare per migliorare, so che in dieci giorni non si fanno miracoli. Questa squadra non ha problemi di qualità, deve avere equilibrio e deve tornare a divertirsi, ha sempre giocato col 4-3-3. Nel primo tempo non abbiamo per niente giocato, ora dobbiamo dare continuità al lavoro che abbiamo cominciato”. Dà tante perplessità l’impiego di Fabian Ruiz al centro davanti alla difesa: “Dobbiamo essere perfetti noi per farlo giocare in quella posizione, non è un vertice basso. Stiamo facendo fatica, ma lo sapevamo. Dobbiamo lavorare tutti insieme di reparto e con sacrificio, la qualità c’è e dobbiamo ricercare l’equilibrio: per tantissimo tempo non l’ha avuto. Dobbiamo fare i movimenti giusti, invece all’inizio siamo stati statici. Sappiamo che ci manca un giocatore in mezzo al campo per giocare in un determinato modo, ma onore a questi ragazzi”.

Prospettive future

“Io voglio parlare all’anima dei giocatori, perché io lo so fare solo così questo lavoro. C’è qualche giocatore che quando urli o stai sempre sul pezzo, può capitare che gli stai sulle palle. Per tanti anni il 70-80% hanno scritto pagine importanti di questo club, giocandosi anche lo scudetto: stanno vivendo qualcosa di mai vissuto prima” ha proseguito Gattuso. Che a febbraio affronterà il Barcellona nell’andata degli ottavi di finale in Champions League: “Se ci pensiamo adesso mi vengono tutti i capelli bianchi: pensiamo a tutte le squadre che dobbiamo affrontare prima. Ce la giocheremo, ci sarà da faticare perché incontriamo una squadra fortissima, pensiamo a chi dovremo presto incontrare”.

Sky

Commenti

Questo articolo è stato letto 80 volte