Gli interventi di Luca Marchetti, Pietro Nicolodi, Gigi Cagni e Gianni Di Marzio a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Luca Marchetti, giornalista 

“La pista Politano può riaprirsi se non finisce alla Roma perché sarebbe di nuovo sul mercato essendo in uscita dall’Inter e ci sarà da capire poi, se il Napoli lo cercherà ancora. 

Se il Napoli chiuderà il doppio affare con il Verona, prenderà Rrahmani e Kumbulla. Il Napoli li prenderebbe entrambi e questo potrebbe anche favorire il Verona che Amrabat comunque lo venderebbe ad un buon prezzo. 

Llorente? Fossi in lui mi guarderei un pò intorno perché nelle gerarchie di Gattuso è scivolato indietro. E’ vero che l’Inter vorrebbe prenderlo, ma dovrebbe liberarsi uno spazio”. 

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Pietro Nicolodi, giornalista

“Diego Demme non ruba l’occhio, ma è un giocatore funzionale. Dà sostanza e quando vai a controllare i chilometri percorsi ed i palloni recuperati è sempre tra i primi. Non butta mai via la palla ed infatti sono rimasto sorpreso dalla decisione del Lipsia di lasciarlo andare via a gennaio. 

Al Napoli manca un po’ di fiducia. Quando tutto va bene è più facile, quando invece le cose non vanno bene, l’aspetto psicologico diventa difficile da controllare”. 

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gigi Cagni, allenatore 

“Finalmente il Napoli con Demme ha un giocatore che sa muoversi in quel ruolo di centrocampo. Con il 4-3-3 di Gattuso, non si può prescindere da un calciatore dalle caratteristiche di Demme. 

I giocatori devono fare gli atleti e quindi dal punto di vista mentale non accetto che i giocatori non siano al top della forma. Poi, si possono fare errori tecnici e tattici, ma mentali.

Il Napoli non ha giocatori di personalità, forse solo Allan, ma lo è di più dal punto di vista fisico, non è un leader. Il dato più negativo del Napoli sta nei gol subiti, ecco perché Gattuso punta molto sull’aspetto difensivo. Ciò che serve ora, è correggere una criticità per volta ecco perché serve non perdere e non subire gol. Per sbagliare il meno possibile, devi rischiare il meno possibile e così si dà qualcosa in più alla squadra, si dà fiducia”. 

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gianni Di Marzio, allenatore

“Demme lo conosco bene anche perché chi segue il calcio internazionale i giocatori deve conoscerli. Demme è un buon giocatore, un predatore di palloni, è forte sull’anticipo, ruba palloni ed ha anche un buon piede. Si spinge anche in avanti dando qualche palla filtrante, ma si adatta al ruolo di playmaker, non lo è. Anche Lobotka si adatterebbe al ruolo di playmaker ecco perché potrebbero giocare insieme e uno farebbe la mezzala. Entrambi, faranno comodo al Napoli, anche se segnano poco. 

Non sono convinto che la ristrutturazione del Napoli debba avvenire a gennaio, deve essere graduale. 

Lozano non lo avrei proprio comprato anche perché sugli esterni il Napoli era già abbastanza coperto”. 

Commenti