Gli interventi di Antonio Corbo, Carlo Laudisa, Maurizio De Giovanni e Gianni Di Marzio a Radio Marte

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Antonio Corbo, giornalista

“Ci voleva la svolta perché bisognava portare un po’ di gente nuova dopo quanto successo. L’ammutinamento non si può dimenticare ed è giusto cambiare qualcosa e De Laurentiis lo sta facendo. 

Gattuso ha imposto delle regole, le fa rispettare e c’è un rapporto molto chiaro tra le parti: i giocatori devono rendere molto e lui deve guidarli al meglio. Non c’è compromesso, ma Gattuso è rimasto molto scottato dalla gara con la Fiotentina ecco perché non si fida. 

Gattuso ha capito la tattica giusta per battere la Juventus: bisognava creare una difesa molto solida e agguerrita così da provocare impotenza nella squadra bianconera. Di Sarri si ricordano solo le cose belle, il possesso palla, i gol, ma nessuno ricorda quelle gare giocate contro squadre arroccate e infatti si diceva che il Napoli soffriva le squadre piccole, quelle che si chiudevano. Ecco, in base a tutto ciò, il Napoli di Gattuso ha chiuso la Juventus di Sarri e al momento opportuno ha segnato 2 gol. 

Ricardo Rodriguez conosce il campionato italiano e conosce Gattuso. Il Napoli sta cercando di riparare certi guasti lasciati a sua insaputa nel mercato estivo”. 

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Carlo Laudisa, giornalista

“C’è lo zampino di Gattuso sull’affare Ricardo Rodriguez. Il Napoli è protagonista in questo mercato per quanto fatto e per quanto ancora intende fare. Mi sembra che il Napoli stia facendo una rifondazione perché arrivano calciatori non dai nomi altisonanti, ma che hanno caratteristiche ben chiare.  

Petagna? E’ un bel duello perché la Spal lotta per la salvezza e non può privarsi del suo attaccante migliore. Il Napoli sta lavorando anche all’ipotesi di prenderlo adesso, ma lasciarlo a Ferrara fino a fine stagione”. 

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Maurizio De Giovanni, scrittore

“Per come si sono messe le cose, la vittoria sulla Juve può essere una delle poche soddisfazioni della stagione e quindi ce la teniamo stretta. 

Gattuso è stato bravo a risolvere le problematiche lasciate dal suo predecessore. In primis, ha fatto un richiamo forte della preparazione e la brillantezza vista in campo dal Napoli contro Lazio e Juve non è un caso e poi, De Laurentiis ci sta mettendo il resto con un mercato importante”. 

A Radio Marte nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Gianni Di Marzio, allenatore

“Col mercato di gennaio il Napoli ha tamponato le falle del mercato estivo. Demme non è come Jorginho, tatticamente l’ex azzurro era più attento alla copertura mentre Demme è abbastanza aggressivo, un giocatore diverso. Ricardo Rodriguez l’ho visto giocare a 3 e non mi ha mai esaltato più di tanto, a 4 invece spinge un po’ di più. Non è eccezionale nella fase difensiva, è un giocatore per tamponare. Gattuso lo ha scelto perché lo conosce avendolo avuto al Milan. 

Dopo Sarri, il Napoli doveva prendere un allenatore che potesse proseguire il buon lavoro tecnico-tattico. Invece, De Laurentiis ha scelto Ancelotti che non ha fatto bene perché è un allenatore abituato a guidare la formula 1 ed ha adattato i giocatori al suo modulo.

Gattuso è entrato nella testa e nei cuori dei giocatori e al momento è stato bravo a rimettere le cose a posto, poi spero possa essere riconfermato ed essere sulla panchina del Napoli anche l’anno prossimo”. 

Commenti

Questo articolo è stato letto 338 volte