Malagò: “La FIGC non ha ancora un piano preciso e chiaro per far riprendere il cacio”

Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha rilasciato un’intervista al quotidiano sportivo “Il Corriere dello Sport”nella quale evidenzia che la FIGC, al momento, non ha le idee chiare , non essendoci un piano strategico preciso su come far ripartire il carrozzone calcio. Vediamo nei particolari le affermazioni del massimo esponente del Coni:

Senza trascendere in banali polemiche io avrei rinchiuso in una stanza gli esponenti della Federcalcio, quelli della Lega di A, Tommasi, come rappresentante dei calciatori, tutti gli allenatori, le televisioni e gli organismi internazionali di  Fifa e Uefa, e non li avrei fatti uscire finché non avessero realizzato in modo unanime  un documento chiaroSi vuol portare a termine a tutti i costi la stagione calcistica perchè in ballo ci sono troppi interessi  ma attualmente le pay tv che tirano fuori 1 miliardo e 400 milioni non hanno neanche un pezzo di carta della Lega sulla base del quale sviluppare un nuovo calendario di serie A. Poi concordo con la Pellegrini che afferma che si parla soltanto del calcio. quando lo sport viene rappresentato  anche dai 130mila circoli italiani che stanno subendo danni ben superiori al calcio. Innanzitutto per riprendere a giocare occorre rispettare i parametri indicati dai medici, come accesso a spogliatoi singoli, effettuare continui tamponi e considerare ogni misura di sicurezza.”

Commenti