LE INTERVISTE – Verona, Juric: “Il Napoli ha vinto su due piazzati e tirato poco, meritavamo di più”

Ivan Juric, allenatore dell’Hellas Verona, dopo la sconfitta rimediata in casa contro il Napoli è intervenuto al microfono di Dazn: “Il Napoli ha vinto su due calci piazzati. I ragazzi hanno fatto una partita splendida, anche se non siamo riusciti a concretizzare le occasioni. Dovevamo far gol. Il Napoli ha tirato poco o nulla, solo alla fine. Resto dispiaciuto perché i ragazzi meritavano un altro risultato”.

Voleva qualcosa in più da Di Carmine? “Oggi abbiamo giocato contro Koulibaly, Di Lorenzo… Non è facile per Samuele, che ha fatto le sue cose ma gioca contro Koulibaly. Per Zaccagni la stessa cosa. Io sono soddisfatto di quello che abbiamo fatto”.

Un giudizio sulla prestazione di Verre? “Volevamo che si creasse più gioco da una parte, cosicché lui potesse inserirsi dall’altro lato. Il Napoli è molto stretto, non c’è tanto spazio in mezzo, magari per questo ha toccato un minor numero di palloni”.

Cosa la spaventa di questo numero così alto di partite in poco tempo? “Gli infortuni. Noi già ne abbiamo, anche se ora stiamo recuperando alcuni giocatori. Ci siamo trovati in una situazione strana. Io ho paura di questo. Sappiamo che squadra siamo. Se noi andiamo a giocare in altri modi non possiamo competere, bisogna giocare a ritmi alti, andarli a prendere in avanti, magari prendendo anche rischi. Per fare così devo avere giocatori fisicamente a posto”.

Questa era anche la sfida tra due ex centrocampisti come lei e Gattuso. “Lui è un vero uomo. Ha passato un brutto momento, ma sono contento per quello che sta facendo col Napoli. Oggi ha sofferto contro di noi, ha concesso qualcosa, ma adesso il Napoli è una squadra con una mentalità vincente, che sa aspettare e colpire”.

Sugli episodi: “Sul gol il calcio d’angolo non c’era, sul nostro gol invece Zaccagni la colpisce con la mano. E’ stata una partita così, pensiamo alla prossima”.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti