LE PAGELLE DEGLI AZZURRI – Koulibaly invalicabile, Insigne trascinatore

Ospina 6 – Sicuro tra i pali. quasi sempre sicuro nella prima impostazione da dietro.

Di Lorenzo 5.5 – Soffre un po’ le iniziative di Lazovic sul suo lato e spinge non sempre con opportuna efficacia.

Maksimovic 6.5 – Continua il suo periodo positivo con una prestazione efficace in copertura e di personalità in fase di impostazione.

Koulibaly 7 – Invalicabile dietro, sembra ritornato alla sicurezza e allo strapotere fisico dei tempi migliori.

Hysaj 6 – Sulla sinistra è in difficoltà quando spinge, ma in fase di non possesso il suo apporto è sufficiente.
(Ghoulam 6.5 – Al di là del piacere di rivederlo in campo, si nota che le sue caratteristiche si sposano alla perfezione con l’idea di calcio di Gattuso, soprattutto quando dialoga con Insigne e compagni. Prezioso il suo sinistro da calcio d’angolo che ha propiziato il raddoppio nel finale).

Allan 6 – La reattività e l’ardore agonistico non sono ai massimi livelli, ma riesce comunque a rendersi utile con un buon filtro a centrocampo e pochi errori nel giro palla.
(Fabiàn 6 – Entra per aumentare la qualità del possesso palla nella fase finale della gara)

Demme 6 – Pressato dai centrocampisti scaligeri, è costretto ad aggirarsi per la mediana alla ricerca della posizione migliore, demandando ad altri i compiti di impostazione. Meno in partita del solito, ma prestazione non malvagia.
(Lobotka 6 – Rientra dopo l’infortunio con dinamismo ma poche occasioni per mettersi in luce).

Zielinski 6.5 – Nei primi minuti è il più reattivo tra gli azzurri, trovando anche una bella conclusione dalla distanza. Gli manca la giocata illuminante, ma il suo apporto in mezzo al campo è apprezzabile.

Politano 6 – Generoso nei ripiegamenti e nel mettersi al servizio della squadra, ma da uno con le sue potenzialità ci si aspetta qualche guizzo in più.
(Lozano 6.5 – In pochi minuti trova la rete del raddoppio e sfiora la personale doppietta su assist illuminante di Insigne. Un giocatore che vale la pena cercare di recuperare, anche considerando il grosso investimento fatto per lui).

Milik 6.5 – Sblocca la partita con un bel colpo di testa, ma al di là di questo (che comunque non è poco) si nota solo per qualche gioco di sponda con i compagni.
(Mertens s.v. – Non riesce ad incidere nei pochi minuti a disposizione).

Insigne 7 – Tra i giocatori offensivi azzurri è quello più pericoloso, ma il suo apporto difensivo e il suo spirito di sacrificio a fargli meritare i maggiori elogi. Illuminante il servizio per Lozano nel finale.

Commenti