EDITORIALE: Napoli felice come una Pasqua, espugnato il Bentegodi

Al’insegna del direttore di gara che ha ben arbitrato il match di ieri sera a Verona, dopo il successo sui gialloblù scaligeri, il Napoli è felice come una Pasqua, perchè ha ripreso il campionato da dove si era fermato, ovvero con un’altra vittoria, per la cronaca la quarta di fila di Gattuso. Un 2 a 0 più che meritato checchè ne dica il tecnico della squadra di casa che ha affermato che i suoi ragazzi non avevano fatto peggio dei più blasonati avversari.  Zielinsky si è ancora una volta dimostrato un giocatore importantissimo nello scacchiere azzurro, rivelandosi nella fattispecie il migliore in campo assieme ad un ritrovato Koulibaly che da oggi in poi avrà nuovamente tanti estimatori esteri pronti a fare follie per aggiudicarsi il suo cartellino che vale minimo 80/90 milioni. Il capitano, poi, sembra aver indossato finalmente i panni di leader di questa squadra che dall’arrivo dell’allenatore calabrese, dopo un piccolo rodaggio iniziale, si è letteralmente trasformata, Altre due note liete inattese sono venute da Ghoulam e Lozano, subentrati nel finale di gara ma decisivi ai fini del risultato. Il franco algerino con un cross al bacio ha permesso all’attaccante messicano di realizzare il gol della sicurezza, ostentando un’ottima condizione fisica. Lozano ha anche avito un’occasione d’oro per mettere a segno una doppietta, tuttavia ha mancato di poco il bersaglio. Oggi come oggi il reparto arretrato rappresenta la vera arma in più del Napoli edizione Rino Gattuso. Infine Milik, da professionista serio qual è, malgrado le voci su una sua probabile cessione,  non si è risparmiato facendo il suo mestiere di centravanti puro, con la rete apripista. Che dire il Napoli è sulla strada giusta per regalare altre soddisfazioni ai suoi tifosi. La rincorsa Champions, pur se molto difficile, continua, la speranza si sa è sempre l’ultima a morire. All’inizio abbiamo fatto un’allusione all’arbitro Pasqua, il quale ha ben figurato sotto gli occhi del designatore Rizzoli, in tribuna. Dunque promosso anche lui, solo un piccolo appunto, mi è apparsa un pò eccessiva l’ammonizione comminata a Koulibaly mentre ha applicato alla lettera il regolamento annullando la rete del pareggio veronese, viziata da un fallo di mano in partenza dell’azione.

Commenti