ANTEPRIMA PARTITA. Stasera il Genoa condannato a vincere

L’inaspettato successo del Lecce contro la Lazio nell’anticipo di ieri sera, è stato una vera  mazzata per la formazione genoana di Nicola, che questa sera, a Marassi,  contro il Napoli è condannata a vincere per sperare ancora nella permanenza nella massima serie. Vista la classifica con Brescia e Spal candidate alla retrocessione, il duello per scansare la terzultima posizione vedrà impegnate fino alla fine la formazione rossoblù e quella giallorossa salentina, divise da un solo punto di distanza. Il Lecce infatti, oggi salvo, è a quota 28, mentre il Genoa è a 27. Per la cronaca, l’astinenza dal successo del grifone dura ormai dal mese di marzo.  Nel 2020 il Genoa, al Ferraris, ha vinto solo due partite, ma stasera non può permettersi il lusso di non portare a casa l’intera posta in palio, approfittando anche delle assenze nel Napoli di Koulibaly e Demme. Nicola punta tutte le sue chances per avere la meglio sugli azzurri, che non hanno granché da chiedere a questo campionato, sul navigato Goran Pandev e sul giovane ma promettente Pinamonti. In casa Napoli, dopo la vittoria sulla Roma, l’ambiente è sereno e tranquillo, pur se Gattuso tiene tutti sulla corda per evitare cali di concentrazione. L’allenatore dei partenopei che non ha mai pareggiato dal suo arrivo all’ombra del Vesuvio, sostituirà gli squalificati Koulibaly e Demme con Manolas e Lobotka, mentre in attacco potrebbe rientrare Politano. Dando per scontata la presenza di Mertens al centro del reparto offensivo,  Ringhio potrebbe optare di far rifiatare Lorenzo Insigne per dare spazio a Lozano dal primo minuto. Tuttavia si tratta solo di un’ipotesi; soltanto qualche ora prima della gara sapremo la formazione ufficiale.

Commenti