EDITORIALE. Gli azzurri vincono ma non mi convincono

Sabato sera al San Paolo, il Napoli è tornato alla vittoria, dopo il deludente k o di rigore di Parma. Un successo che tuttavia mi lascia, ancora una volta, molto perplesso sulla condizione e  sulle scarse motivazioni dei calciatori di Gattuso. Al Napoli, contro il Sassuolo, è andata davvero di lusso ma se non ci fosse stato il Var, oggi parleremmo di una sconfitta e non di un successo per 2 a 0. Ospina, paradossalmente, ha mantenuto la sua porta inviolata pur avendo subito ben 4 gol, tutti annullati, giustamente per fuorigioco, uno dei quali davvero millimetrico ed invisibile all’occhio umano. A dire la verità il Sassuolo ha messo in grande difficoltà il pacchetto arretrato partenopeo, sempre troppo superficiale e capace di sbagliare in uscita passaggi elementari. Al momento  a questa squadra manca un vero trascinatore che guidi i reparti,. nonchè un bomber di razza da area di rigore. Per l’ennesima partita ci  sono stati  tantissimi errori sotto porta, si crea moltissimo  ma si distrugge tutto nelle conclusioni. Se non fosse stato per il primo gol in assoluto con la maglia azzurra di Hysaj, difficilmente il Napoli avrebbe trovato il guizzo giusto per aprire le marcature. Milik oggi è un fantasma, l’ombra di se stesso, un attaccante che oramai vede concluso il suo ciclo all’ombra del Vesuvio. Mi domando e dico perchè insistere sul polacco e non puntare su Lozano? In Olanda il messicano  ha realizzato 17 gol in 32 partite delle quali gran parte nel ruolo di ala destra. Non riesco a capire le intenzioni della società su questo giocatore: la gestione di Lozano lascia molti dubbi, perchè depauperare  un patrimonio del calcio Napoli? Ai posteri l’ardua sentenza!

Commenti