Gli interventi di Filippo Bonsignore, Mirko Calemme, Umberto Chiariello, Carlo Laudisa e Giovanni Capuano

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Filippo Bonsignore, Corriere dello Sport: “Suarez vuole tutte le sue spettanze, in caso di addio. C’è anche il fattore Messi, che non sottovaluterei, continuano ad arrivare voci di un Messi che preme per far rimanere Suarez. I due sono legati da una profonda amicizia, quindi ci sta che l’uruguaiano resti con i blaugrana. Ancor più si sta sbloccando Dzeko alla Juventus e Milik alla Roma, sono giornate decisive. Dybala? Non discute, ma la Juve ha un problema numerico in attacco. Higuain è andato via, Douglas Costa e Bernardeschi spesso infortunati, hanno bisogno di un attaccante di spessore come Dzeko. Per me arriverà anche un altro: Dzeko e Kean“.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Mirko Calemme, corrispondente italiano per AS: ““Ho avuto la conferma che oggi ci sarà un confronto telematico tra l’agente di Milik, David Pantak, il polacco stesso e Paratici, direttore sportivo della Juventus. A quel punto Fabio Paratici ‘spingerà’ il polacco ad accettare l’offerta della Roma, poiché la Vecchia Signora vuole chiudere quanto prima per Edin Dzeko. L’accordo tra Napoli e Roma è definito, mancano i dettagli: tra parte fissa e bonus, si arriva a 25 milioni di euro”.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’ è intervenuto Umberto Chiariello, con il suo EditoNuovo: “Dopo aver visto la Premier ed una strana Ligue One, riparte la Serie A con una stasi di mercato clamorosa. Pochi colpi importanti: Osimhen al Napoli, Hakimi, Kolarov e Vidal all’Inter, Tonali al Milan e la Juventus che aspetta un centravanti dopo l’acquisto di Kulusevski a gennaio. Che torneo sarà? Indecifrabile. Sicuramente le prime due Juve e Inter, le altre cercheranno di strappare un posticino in Champions League. Giudizi rimandati, dopo la chiusura del mercato avremo idea di che stagione sarà“.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Carlo Laudisa, Gazzetta dello Sport: “Milik è in scadenza di contratto, evidentemente resta affezionato all’idea di poter andare alla Juventus anche in scadenza. Ciò l’ha spinto a dire no ad un quinquennale da 5 milioni netti all’anno. Al momento il polacco blocca tutto, prevarrà la sua testardaggine e coerenza o crollerà? È il domandone di queste ore cruciali, senza dimenticare che sullo sfondo, in casa Juve, c’è ancora Suarez. Milik, nella gestione Sarri, avrebbe avuto ragion d’essere nel progetto bianconero, è anche il più giovane dei 3. Ma un progetto non c’è, è un day by day“.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Giovanni Capuano, Radio24: “La Juventus, con Dzeko, prenderebbe il giocatore più funzionale da inserire nella rosa di Pirlo. Mi sembra che abbia i piedi in tre scarpe: Suarez, Dzeko e Milik, una dimostrazione di scarsa progettualità, c’è un po’ di confusione. Hanno 3 profili d’età, investimento economico e tattici profondamente diversi. Sto facendo fatica a star dietro al filo del mercato della Juventus, al di là del fatto che ho capito che c’è bisogno di abbassare il monte ingaggi. Quanto vale Milik tra un anno, a parametro 0? O lui ha già una prospettiva, altrimenti sono periodi un po’ particolari per i calciatori, crucciarsi non ha senso”.

Commenti