EDITORIALE – Serie A: Campania felix, Napoli e Benevento superstar

Il secondo turno di massima serie ha visto protagoniste due squadre campane: il Napoli che, a Fuorigrotta, ha travolto, sotto una valanga di gol, il Genoa di Maran ed il Benevento che al debutto in questo suo secondo torneo di A è andato ad espugnare lo stadio Luigi Ferraris di Genova, sponda sampdoriana. Sotto di due reti i giallorossi di Pippo Inzaghi sono riusciti a ribaltare il risultato, portando a casa tre punti d’oro per il prosieguo della stagione. Tornando al Napoli di Gattuso, ieri, abbiamo assistito ad una prova molto convincente della squadra che con il nuovo modulo adottato dal tecnico calabrese, sia nel secondo tempo di Parma che contro i rossoblù liguri ha dato spettacolo a suon di gol, ben 8 in due gare, con un Lozano ritrovato ed un attaccante di sicuro avvenire come il nigeriano Osimhen, sempre presente e decisivo sotto porta con i suoi assist. Un 6 a 0, tuttavia figlio anche di fattori esterni. I giocatori di Maran, probabilmente dopo un primo tempo accettabile, si sono letteralmente sciolti come neve al sole nella ripresa, soprattutto in virtù di un calo psicologico e mentale dovuto al pensiero del contagio dei loro compagni Perin e Shone. Ora verrà il bello per gli azzurri con le due prossime gare, infatti, domenica sera il team di Gattuso sarà di scena all’Allianz Stadium di Torino contro la Juventus, mentre alla ripresa, dopo la pausa per la nazionale, al San Paolo, sarà ospite l’Atalanta dei miracoli. Due test molto probanti che ci diranno le reali potenzialità di questa formazione, auspicando che Koulibly resti. I sanniti, dal canto loro meritano un grosso plauso, per l’ardore, il coraggio e la forza di reazione dimostrata dopo le due reti subite. Tanto di cappello a questo Benevento che non è sicuramente quello visto all’opera nell’ultimo campionato di A. L’undici giallorosso  dopo aver fatto il bello ed il cattivo tempo in cadetteria sbaragliando gli avversari è in grado di dire la sua  anche quest’anno, però senza commettere più disattenzioni come quella del portiere Montipò pagata con la rete del primo vantaggio blucerchiato.  Oggi è’ proprio il caso di affermare Campania felix!

Commenti