Gli interventi di Umberto Chiariello, Marco Evangelisti, Eduardo Chiacchio e Giuseppe Portella a Radio Punto Nuovo

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’ è intervenuto Umberto Chiariello, con il suo EditoNuovo: “La mancanza di regole preventive da parte dell’organizzazione calcistica italiana lascia perplessi. Ogni Lega europea si è data delle regole, non valida per tutti, ogni campionato autonomamente decide come proseguire la stagione. La mancanza di uniformità pesa molto. L’Italia non si è data regole proprie, né ha seguito il resto d’Europa e stiamo vivendo un caso unico come quello del Genoa. Fanno il tampone, tutti negativi, giocano, tornano a casa, di nuovo tamponi ed escono 12 positivi. Com’è possibile? Ci vorrebbe un’inchiesta che appuri la verità“.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Marco Evangelisti, Corriere dello Sport: “All’interno della Lega c’è un atteggiamento maggioritario che vuole andare avanti col campionato, quindi far disputare anche Genoa-Torino. Mi risulta che Urbano Cairo voglia andare avanti, ma Preziosi vorrebbe rinviare la partita. È da vedere anche sulla base di ciò che diranno i tamponi in casa Napoli, le cose variano di ora in ora. Le intenzioni della Lega sono quelle di andare avanti col campionato, una soluzione di buon senso sarebbe quella di rinviare Genoa-Torino, vedremo cosa accadrà per Juventus-Napoli. Il piano era quello di trattare i positivi come infortunati, fino ai limiti dettati dalla UEFA dei 13 per disputare una partita. Atteggiamento ragionevole? Forse sì, forse no. Difficile accostare gli infortuni ad una malattia contagiosa. A mio parere, dopo quanto accaduto a Genoa e non ci si aspettava accadesse, si faranno delle riflessioni“.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Eduardo Chiacchio, avvocato: “Non so se il Napoli vorrà intraprendere azioni legali nei confronti dei fatti accaduti col Genoa. Per essere intrapresa un’azione penale, è necessario ci sia un danno o un dolo. Di certo bisogna chiedere l’autorizzazione al Consiglio Federale di promuovere azioni civili o penali nei confronti di altri tesserati. Soglia limite per il rinvio delle partite? In FIGC c’è una lacuna nei regolamenti: non esiste una normativa a differenza di altri Paesi. Ad oggi, tutto ciò non è stato chiarito e bisogna adeguarsi con grande velocità indicando un numero minimale di giocatori negativi che possa consentire ad una squadra di scendere in campo. Quando ci sono violazioni sul protocollo, interviene la Procura Federale con sanzioni ai responsabili“.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello in onda su Radio Punto Nuovo, è intervenuto Giuseppe Portella, direttore del laboratorio che si occupa dei tamponi della SSC Napoli: “Abbiamo molto lavoro in laboratorio, ci siamo dovuti dividere su più fronti, serve ancora qualche ora. I tamponi saranno rifatti domani ed anche sabato, a meno che non ci siano variazioni del protocollo. L’augurio è che il Napoli riesca a partire, sarebbe la cosa migliore anche per i ragazzi. De Laurentiis ha invitato i colleghi del Cotugno per la prima di Coppa Italia, la società non si è tirata indietro nel brutto periodo per tutti. I risultati dovrebbero arrivare nel tardo pomeriggio, salvo imprevisti, tipo tamponi che devono essere ripetuti”.

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’ è intervenuto Umberto Chiariello, con il suo EditoNapoli: “La squadra riuscirà a mantenere la giusta concentrazione in vista della gara di domenica contro la Juve, posto che si giochi? Non è un interrogativo di poco conto se consideriamo il fatto che attualmente l’attenzione è interamente assorbita dalla paura per i tamponi. La concentrazione sarà la carta vincente di questa settimana, Juventus e Napoli non partono dallo stesso livello: bianconeri molto indietro, sembra che Gattuso abbia trovato una quadra un po’ prima rispetto a Pirlo“.

Commenti