NAPOLI-ATALANTA, LE PAGELLE: OSIMHEN UNA COSTANTE SPINA NEL FIANCO, EL CHUCKY INDEMONIATO

OSPINA 6,5: L’Atalanta lo impegna poco, ma si dimostra sicuro nelle uscite e nel far ripartire l’azione con velocità e precisione

HYSAJ 7,5: Partita di spessore dell’albanese, perfetta tatticamente: attento e diligente, dalle sue parti l’Atalanta non sfonda praticamente mai. E non disdegna qualche sortita offensiva, pur non giocando nel suo ruolo preferito.

DI LORENZO 6,5: Da una combinazione con Politano sull’out di destra, mette al centro un precisissimo assist per Lozano, che non deve far altro che depositare la palla in rete. Al pari di Hysaj, non sbaglia praticamente nulla in fase difensiva.

MANOLAS 7: Fa sentire subito la sua presenza nei confronti di Zapata, che non tocca praticamente quasi mai palla. Dalle sue parti non si passa, un muro invalicabile

KOULIBALY 6,5: Attento in fase difensiva, sbaglia qualche pallone di troppo in fase di uscita e d’impostazione. Partita senza grosse sbavature.

FABIAN 8: Pare trovarsi maggiormente a suo agio nei 2 di centrocampo. Cerca molto le verticalizzazioni per gli avanti azzurri, non disdegnando anche qualche cambio di gioco. Una delle migliori prestazioni dello spagnolo con la maglia azzurra. (DEMME SV)

BAKAYOKO 7: Partita di sostanza del centrocampista franco-ivoriano: fa sentire la sua presenza e fa apparire più semplici di quanto sembrino alcune giocate per liberarsi dal pressing avversario. Ha dato indubbiamente equilibrio al centrocampo azzurro. (MALCUIT SV)

LOZANO 8: Un altro giocatore in pratica rispetto a quanto mostrato nella scorsa stagione. Scatta, dribbla, rientra e ora fa anche gol con una semplicità disarmante. Il suo secondo gol è da antologia del calcio. Indemoniato.

POLITANO 7,5: Una piacevole conferma di questo inizio di stagione: appare già in gran forma, oltre al gran gol si dimostra abile anche negli scambi stretti (GHOULAM: Altri minuti in campo per l’algerino, che è ancora lontano da una condizione accettabile

OSIMHEN 8,5: Una spina nel fianco costante nella retroguardia bergamasca: specie nel primo tempo, è bravo a mettere in costante difficoltà il trio difensivo dell’Atalanta. I compagni lo cercano spesso e bene e lui si fa trovare sempre pronto, non solo nell’attacco alla profondità, ma anche facendo sponda per i suoi compagni di reparto (PETAGNA SV)

MERTENS 7: Ancora una volta si dimostra un giocatore tatticamente intelligente, anche nel ruolo di trequartista, dove bravissimo a trovare spazio tra le linee e guidare con efficacia le ripartenze azzurre (LOBOTKA SV)

 

Commenti