Gli interventi di Diego Maradona jr, Andrea Carnevale e Fabio Mandarini a Radio Crc

Diego Maradona jr a Radio Crc: “Favorevole al ritorno di Sarri a Napoli, ci siamo sentiti per telefono. Ma le critiche a Gattuso sono esagerate”

“Sarei favorevole a un ritorno a Napoli di Maurizio Sarri”. L’ha detto oggi Diego Armando Maradona jr attraverso i microfoni di Radio Crc durante ‘Arena Maradona’, trasmissione da lui condotta. “Ho avuto un contatto telefonico con Sarri poco tempo fa – ha proseguito Diego Maradona jr a Radio Crc – gli ho detto che non sono stato d’accordo sulla sua scelta di andare alla Juventus dopo l’addio al Chelsea. Tengo per me il resto della chiacchierata. Però posso dire di essere favorevole a un suo ritorno sulla panchina del Napoli”. Panchina del Napoli attualmente occupata da Rino Gattuso. “Non credo alle voci sulla spaccatura tra Gattuso e De Laurentiis – ha detto Diego jr a Radio Crc – da quello che so, il loro rapporto è puramente professionale. Non è stretto, ma dire che tra loro c’è una frattura mi sembra esagerato. Come ritengo esagerate le critiche al lavoro del tecnico. Il Napoli è in corsa per il quarto posto e si è qualificato alle semifinali di Coppa Italia e ai 16esimi di Europa League. Chiedere di più era oggettivamente complicato”.

Carnevale a Radio Crc: “Il Napoli ha sofferto l’assenza di Mertens. Llorente ripercorrerà le mie orme all’Udinese”

“Fernando Llorente può ripetere in campo quello che ho fatto io con la maglia dell’Udinese. Era l’attaccante che ci serviva”. L’ha detto oggi Andrea Carnevale, dirigente dell’Udinese, ai microfoni di Radio Crc nel corso di ‘Arena Maradona’. “Già domani contro lo Spezia Fernando Llorente potrà dare il suo contributo. E’ un grande campione. Me ne sono accorto anche dagli atteggiamenti. Sono qua a bordo campo a seguire la rifinitura. Prima dell’allenamento è venuto da me e si è presentato, nonostante fosse un calciatore affermato. E’ un gesto che mi ha colpito molto”. Carnevale ha avuto anche modo di parlare di Rodrigo De Paul e della possibilità di un suo trasferimento. “A gennaio non se ne parla – ha detto Carnevale a Radio Crc – a fine stagione la società prenderà una decisione. Stiamo parlando di un calciatore che gioca da titolare nella nazionale argentina al fianco di Messi. E’ sulla bocca di tutti. A fine stagione vedremo il da farsi”. Per quanto riguarda il Napoli, atteso domani dalla sfida interna contro il Parma, Carnevale ha detto che “gli azzurri devono stare attenti, perché il Parma è una squadra molto organizzata. Per la mia Udinese mi auguro che il Napoli faccia risultato pieno. La squadra di Gattuso ha risentito molto dell’infortunio di Mertens, ma Petagna ha svolto comunque un lavoro eccellente”. Infine, a distanza di poco più di due mesi dalla scomparsa di Diego Maradona, Carnevale si è commosso ancora una volta al ricordo del Pibe de Oro. “Quando ne parlo mi vengono le lacrime agli occhi – ha detto Carnevale a Radio Crc – non posso ancora credere che Diego non sia più tra noi”.

Mandarini a Radio Crc: “De Laurentiis ha alzato un muro nei confronti di Gattuso e Giuntoli”

Durante ‘Arena Maradona’ su Radio Crc è intervenuto Fabio Mandarini, giornalista del Corriere dello Sport. “De Laurentiis ha alzato un muro nei confronti di Rino Gattuso e Cristiano Giuntoli – ha detto Mandarini a Radio Crc – in questo momento parlare del rinnovo di Gattuso è fuori luogo. Non dimentichiamo che negli ultimi giorni De Laurentiis è stato in contatto con Benitez e Allegri. Sono nomi ingombranti. Piuttosto De Laurentiis e Gattuso devono decidere quale possa essere il modo migliore per andare avanti”. Secondo Mandarini “il gelo è calato nonostante i risultati ottenuti da Gattuso. Il Napoli è in corsa per il quarto posto e si è qualificato alle semifinali di Coppa Italia e ai 16esimi di Europa League. Al presidente, però, non sono piaciuti alcuni aspetti. Non dimentichiamo che il Napoli ha incassato sconfitte che ne hanno frenato la corsa in classifica. Mi riferisco soprattutto ai rovesci contro Sassuolo e Spezia e al pari interno contro il Torino, che considero una sconfitta”.
Commenti