Napoli: convocati ben sei primavera per la trasferta contro il Granada in Europa League

Vigilia di partita per gli azzurri di Gattuso chiamati, domani sera, al match di andata dei sedicesimi di finale della seconda manifestazione continentale, contro gli spagnoli del Granata, al Nuevo Estadio de Los Cármenes in Andalusia. Le due compagini si incroceranno per la prima volta in assoluto, tuttavia, i partenopei negli scontri contro le formazioni iberiche non sono mai stati troppo fortunati, infatti il bilancio vede solo 5 successi azzurri in 18 gare disputate., inoltre  negli ultimi nove incontri registriamo un solo successo, quello contro la Real Sociedad per 1-0, conquistato, pochi mesi fa nel girone eliminatorio. Come è noto a tutti, Gattuso ha soltanto 14 giocatori disponibili su 23, ragion per cui è stato costretto, per questa trasferta europea, a chiamare all’appello ben sei calciatori della Primavera. Per l’occasione ci saranno  due new entry: Idasiak e D’Agostino, oltre ai soliti  Costanzo, Zedadka, Labriola e Cioffi già convocati in precedenza. Veramente assurda questa catena di infortuni che ha colpito il Napoli in questo periodo. Ma del resto l’emergenza non è solo per Gattuso, molti altri cub italiani e stranieri sono nelle stesse condizioni, tanto è vero che i prossimi avversari del Napoli contano sette giocatori indisponibili, tra cui quelli di maggior prestigio come Luis Suarez. Intanto ieri è giunta  la diagnosi anche per l’ultimo infortunato, cioé  Petagna che ha una distrazione parcellare al retto femorale destro. L’ex attaccante della Spal,  ha accusato, lunedì scorso, un forte fastidio muscolare e dovrà stare fermo almeno per un paio di settimane. Il suo rientro è previsto per i primi di  marzo, forse nella gara  contro il Sassuolo. Per quanto riguarda Mertens, il belga dovrebbe ritornare a Napoli la prossima settimana ma non è detto che sia subito disponibile. Dunque al momento l’unico attaccante arruolabile è Osimhen su cui peserà il gioco offensivo azzurro, malgrado la sua condizione di forma non ottimale. Alla bisogna potrebbe toccare al giovanissimo talento di San Felice a Cancello, in provincia di Caserta, Antonio Cioffi, subentrare in corsa, al posto del nigeriano.

Commenti