Gli interventi di Francesco Colonnese, Giancarlo Padovan e Marco Cherubini a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Francesco Colonnese, allenatore.
“Il Napoli sembra diverso ma c’è bisogno di prestazioni e risultati adesso. Il tempo è breve per entrare in Champions, ora c’è uno scontro diretto che se lo vinci ti porti avanti e il Napoli in questo momento è più forte della Roma. Peraltro i giallorossi avranno problemi senza Mkhytarian e Veretout che cambiavano volto alla squadra a centrocampo. Senza di loro non ci sono giocatori che saltano l’uomo e danno tempi. La Roma la vedo in grande difficoltà, gioca anche stasera. Il Napoli è favorito, toccando ferro.

Zona Champions? Il Milan lo vedo un po’ in difficoltà, la Juventus dipende dallo scontro diretto perché quelli fanno la differenza. Mertens oppure Osimhen contro la Roma? Osimhen l’ho visto molto bene quindi potrebbe spaccare la gara, anche se difficilmente gli allenatori toccano le squadre che vincono. Quindi penso che giocherà dall’inizio Mertens e poi staffetta”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giancarlo Padovan, giornalista.

“COVID-19? La speranza è il vaccino. Ne usciremo tra qualche mese. Per le partite il danno è contenuto, non sono decine le gare rinviate ma qualcuna. Del resto se c’è un focolaio è necessario fermarsi perché può facilmente estendersi. Roma-Napoli? Gli azzurri stanno meglio, la squadra recupera gli uomini e quando gioca con tutti gli effettivi diventa sempre una squadra pericolosa per gli avversari. Il discorso dei diritti tv va rivisto, rimodellato e rimodernato perché altrimenti la competitività non crescendo in Italia non porta buoni benefici in campo europeo. Questo è il punto centrale. Poi però dobbiamo domandarci anche a che tipo di calcio giochiamo, perché la mia opinione e che ci sia poca intensità”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Marco Cherubini, giornalista.

“Roma-Napoli? Partita molto importante, viene prima della sosta. Sono due piazze molto particolari: un eventuale risultato negativo sarebbe difficile da digerire. Tolta l’Europa League, il Napoli ha avuto un equilibrio mai visto durante la stagione. Il lavoro settimanale di Gattuso paga. La Roma invece ha il problema opposto di sistemare alcuni equilibri, viaggiando e giocando sempre. Napoli favorito? Tutto lascia presagire questo ma nella storia di queste due squadre quando doveva arrivare una conferma qualcosa si è interrotto. Perciò la partita di domenica è ancora più importante, darebbe una continuità che quest’anno non c’è mai stata. Champions? Fin quando l’aritmetica non ti condanna tutto è possibile, la stagione è particolarissima con COVID-19, focolai e partite rinviate. Ci sono anche situazioni di fortuna. Sono curioso di vedere la reazione psicologica della Juventus sul lungo periodo. Bisogna anche vedere chi passa in Europa League per quanto riguarda Milan e Roma perché può togliere concentrazione sul campionato”.

Commenti