Gli interventi di Luigi Pavarese, Giuseppe Bruscolotti e Ciro Troise a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Luigi Pavarese, ex DS del Napoli.
“Questione Meret-Ospina? Avercene di questi problemi…Il Napoli ha due portieri di livello mondiale. Spiace per Meret che ha molti margini di miglioramento ed è dopo (forse più di) Donnarumma è il miglior portiere italiano. Ospina è più esperto e spesso gli è stato preferito, Meret ha perso posti importanti in Nazionale ma credo che conservi sempre la stima di un tecnico come Mancini. Chiaramente starà all’allenatore farà giocare chi sta meglio e questa è una garanzia per i tifosi ma in futuro tra i pali del Napoli c’è posto solo per lui.
Aver recuperato calciatori determinanti come Fabian Ruiz, Zielinski e Demme rende il Napoli favorita per il quarto posto in Champions League. Il Milan ha un vantaggio importante ma non decisivo: si possono vincere 3 partite di fila, poi ne perdi una e sei risultati all’interno del gruppo. Credo che Milan e Lazio alla fine resteranno fuori”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giuseppe Bruscolotti, ex capitano del Napoli.
“Insigne? Chi lo critica non vuole bene al Napoli, vuole solo creare problemi alla squadra e alla società. Ci possono essere prestazioni meno brillanti e magari da un giocatore così ci si aspetta di più. Le motivazioni dell’MVP di marzo? Giustissimo anche per il Napoli, queste cose fanno piacere a tutti, speriamo che i tifosi si convincano altrimenti stiano zitti. Da quando c’è Gattuso Insigne si è consacrato e trasformato. Ha avuto una maturazione grandissima e ha raggiunto credo il massimo. Deve restare a Napoli a vita? Sarebbe importante se non fondamentale avere un napoletano all’interno della squadra. Conosce i problemi e può instradare gli altri. Mi auguro che ciò avvenga.
Champions League? Bisogna avere fiducia, i numeri sono dalla parte del Napoli e le possibilità di raggiungere il traguardo. Non tiriamo fuori però numeri, tabelle e squadre: sono solo disturbi mentali e per l’ambiente”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Troise, giornalista.
“Meret nel primo ritiro di Dimaro si fece male, ci vollero mesi. Nella prima stagione di Ancelotti Ospina ha giocato più di Meret. Poi arrivò Gattuso, con Ospina che ha ribaltato le gerarchie. Alle fine sono 8 partite in più rispetto a Meret ma incide anche il fatto che in questa stagione Ospina si sia infortunato già 3 volte. Nel gap ridotto incidono dunque anche i problemi avuti in questa stagione, altrimenti il colombiano avrebbe 5-6 partite in più. L’ultima partita con la Juventus certifica quanto sia importante il potenziale di Meret: sapere di giocare nel riscaldamento e offrire una delle migliori gare con il Napoli. Champions League? Vedo grande equilibrio. Peraltro credo che la sosta ci porterà un altro campionato. La partita contro la Juventus ha un peso specifico enorme, non solo per una questione di scontri diretti ma anche perché è una partita in più e le altre non fanno punti. La cosa importante però è pensare prima al Crotone”.

Commenti