Gli interventi di Giancarlo Corradini, Fabio Mandarini e Fabrizio Lucchesi a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Giancarlo Corradini, ex giocatore del Napoli.
“Non ho mai fatto tanti gol, quelli che ho fatto sono indelebili e non li cancellerò mai. Meglio il gol alla Fiorentina o all’Udinese? Entrambi sono stati importantissimi per me e per il momento a Napoli, poi stranamente entrambi hanno un’importanza vitale nell’economia delle partite. Ricordo le corse e tutto come se fosse ieri. Direi che il Napoli avrebbe dovuto vincere di più in questi anni. Il rimpianto più grosso secondo me è Juventus-Napoli con il gol di Zaza. Se quella gara fosse finita 0-0 probabilmente ricorderemmo un altro scudetto. Ho ancora questo rammarico perché Zaza passò alla Juventus dal Sassuolo e purtroppo segnò quella rete. Il Napoli di oggi? La cosa importante è che si sia ripreso nel girone di ritorno. Ha ritrovato un equiilbrio importante. Speriamo di andare in Champions. Gattuso? Se per caso riuscisse ad arrivare in Champions, con qualche rinforzo meriterebbe un’altra occasione a Napoli. Manca la spinta del pubblico, questo lockdown non ha fatto bene. Magari invece al Milan, che ha molti giovani, può aver fatto meglio.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Fabio Mandarini, giornalista.
“Bonus Champions League? Rientra un po’ nella normalità delle cose e in questa fase rappresenta un incentivo. Dal Benevento in poi quella del Napoli è stata una grande reazione. Se il Napoli non si qualifica in Champions potrebbe esserci un pesante ridimensionamento. Gattuso? Nella vita tutto è possibile, si rompono e si rimettono insieme matrimoni e amicizie. Nel caso in cui ci fosse un colpo di scena (che per ora è categoricamente escluso) credo che a prescindere conti il bene del Napoli. Sia lui che il presidente sono stati bravi a vivere da separati in casa ma non da separati in campo. Spalletti? Deve piacere a De Laurentiis”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Fabrizio Lucchesi, dirigente.
“Gattuso è una persona intelligente e quindi può cambiare idea perché non è ottuso. L’impressione è che ricucire non sia facile. Servirebbe qualcosa di spontaneo, altrimenti meglio non farla. O i cocci si rimettono precisi oppure si vede la spaccatura. Gattuso non può permettersi di pensare, tra qualche mese, chi gliel’ha fatto fare. Napoli sicuramente ha fatto crescere Gattuso, d’altronde lui ha poco più di 40 anni e allena da tempo in Serie A. Aver allenato Milan e Napoli significa qualcosa, peraltro un anno come questo a Napoli vale 3 anni. Sicuramente lui ha dato anche qualcosa e secondo me il Napoli ha fatto una grande stagione, peraltro la confusione ha tolto punti. Gattuso ha un carattere forte e si esalta nelle difficoltà. Spalletti? Nato con me a Empoli, era un nostro giocatori e poi è stato allenatore. Di che vogliamo discutere? L’importante però è chiudere bene la stagione, poi ci pensano loro”.

Commenti