Casarin: “Divisione AIA-FIGC? L’arbitro deve esser al di sopra di ogni sospetto. Designazioni? Non conosco il metodo Rizzoli, io applicavo la regola del tre e vennero fuori grandi arbitri”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Paolo Casarin, ex arbitro dal 1971 al 1988: “Non arbitro da 33 anni, la nuova generazione di direttori di gara la conosco solo di nome. Il rapporto tra arbitri e calciatori è completamente diverso rispetto ai miei tempi. Quando arbitravamo io e Agnolin, eravamo amici dei calciatori, perché prima di tutto eravamo appassionati di questo sport. Per quanto riguarda le designazioni, quando avevo io questo incarico, con me un arbitro non poteva fare più di tre volte la stessa squadra. Da arbitro, mi infastidiva che dirigessi sempre lo stesso tipo di partite, come ad esempio i grandi club in trasferta, quasi per tutelarli. Oggi non so bene quali siano i criteri delle designazioni, probabilmente ci sono difficoltà di organico tra gli arbitri, occorrendone sei per ogni partita, compresi quelli addetti alla VAR. Cosa servirebbe all’AIA? Resto affezionato all’arbitraggio e al rispetto delle regole, tifo affinché gli arbitri di oggi siano più bravi di quelli del passato. Ho letto dello scandalo dei rimborsi spese, spero che possa non essere così grave la situazione. Una divisione tra AIA e FIGC? Gli arbitri devono essere al di sopra di ogni sospetto, era così anche quando arbitravo, nonostante lo facessi di fatto gratuitamente. Sulla figura dell’arbitro calciatore, credo non sia facilmente introducibile, ma sono d’accordo con questa idea, sarebbe un’esperienza indimenticabile e porterebbe i giocatori a essere più rispettosi e gli arbitri meno arroganti”.

Commenti
avatar

Vincenzo Letizia

Giornalista sportivo, nasce a Napoli il 16/02/1972. Tante le esperienze professionali: collaboratore dei quotidiani “IL TEMPO”, “NAPOLI NORD”, “LA VERITA'”, “DOSSIER MAGAZINE”, “CRONACHE DI NAPOLI”, dei mensili “L’OASI” e “IL VOMERESE”. Corrispondente da Napoli del quotidiano “IL GOLFO”, redattore del periodico “CORRIERE DEL PALLONE”, direttore editoriale del settimanale di scommesse sportive 'PianetAzzurro FreeBet'. Responsabile dei servizi sportivi del “CORRIERE DI CASERTA”. Tra i collaboratori del ‘laboratorio di giornalismo e di comunicazione’ diretto da Michele Plastino. Inviato della trasmissione radiofonica “ZONA MISTA” in onda su CRC targato Italia. Più volte ospite alle trasmissioni televisive “Campania Sport” e “PANE E PALLONE” in onda su Canale 21, “ULTRAZOOM” in onda su TCS, “TRIBUNA Sport” in onda su Televomero, “Sotto Rete” in onda su TLA. Ideatore ed opinionista della trasmissione WEB/RADIO 'MONDO CALCIO' andata in onda sulla Tele5 Napoli tutti i lunedì alle 18,00 e i venerdì alle 21,30. Ha curato ogni sabato pomeriggio, intorno alle ore 16,30, la rubrica radiofonica su 'RADIO PUNTO ZERO' (FM 102.00) 'LA BOLLETTA' all'interno del seguitissimo programma 'Zero Magazine' in onda dalle 16:00 alle 19:00 (su www.rpz.it in Live Streaming). Ideatore e conduttore del programma TV 'CALCIOMERCATO & SCOMMESSE MONDIALI' andato in onda su Area Blu TV durante il Mondiale sudafricano. Opinionista fisso del programma TV 'AREA AZZURRI' in onda tutti i martedì alle ore 21 sul digitale terrestre 'AREA BLU TV'. Ospite fisso della trasmissione "SORRISI E PALLONI" in onda su Radio Punto Nuovo e su Capri Event TV. Opinionista della trasmissione televisiva "NAPOLI CALCIO LIFE" in onda su Capri Event TV e TeleCapri Sport. Autore e produttore della trasmissione televisiva "PIANETAZZURRO TV" in onda su RTN. ATTUALMENTE: presidente dell'associazione giornalistica AGiCaV; direttore editoriale del periodico cartaceo “PIANETAZZURRO” ; direttore generale dell'omonimo portale sportivo www.pianetazzurro.it , del sito di cronaca e intrattenimento www.campaniaveritas.it e della guida gastronomica www.golosando.eu