Gli interventi di Livia Capparelli, Paolo Specchia e Marco Conterio a Radio Punto Nuovo

Capparelli: “L’Italia è un paese maschilista, nel calcio ancora più che negli altri sport. Non mi piacciono le quote rosa, ma bisogna dare maggiore spazio alle donne”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuta Livia Capparelli, giocatrice del Napoli Femminile: “Il caso di Aurora Leone alla Partita del Cuore? Lo sport è indice della cultura di un Paese e l’episodio di Aurora Leone è solo uno dei tanti esempi di discriminazione di genere. L’Italia è ancora fortemente maschilista. Perché c’è difficoltà ad accettare le donne nel mondo del calcio? Forse c’è maggiore aspettativa popolare nei confronti di questo sport rispetto ad altre discipline. Mi dispiace vedere lo stupore della gente quando mi vede fare palleggi con un pallone. Le donne sono limitate da paletti sociali, come si evince anche dal fatto che ci siano più matematici che matematiche. L’introduzione delle quote rosa è svilente, ma si deve comunque trovare un modo più consono per dare spazio alle donne. Vedere una figura femminile in politica, ad esempio, potrebbe spronare una bambina a intraprendere quel tipo di carriera”.

Specchia: “De Laurentiis non può più sbagliare la scelta dell’allenatore. Spalletti sarebbe l’uomo giusto”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Paolo Specchia, dirigente e osservatore: “Il nuovo allenatore del Napoli? De Laurentiis non può più sbagliare la scelta, avendo già commesso due errori con Ancelotti e Gattuso. Spalletti uomo giusto per gli azzurri? Non so se sarà lui il prescelto, se ha gli uomini adatti, può trasformare il Napoli in una squadra fortissima anche grazie all’ottima preparazione del suo staff. Il suo carattere? È molto timido e sensibile e questo porta gli addetti ai lavori a ritenerlo ombroso e antipatico. Non sono convinto che troverà difficoltà a entrare nelle grazie dello spogliatoio del Napoli, il dispiacere per l’addio di un precedente allenatore può durare qualche settimana, ma poi, da professionisti, bisogna andare avanti. Ciò che fa la differenza è la bravura di un allenatore e Spalletti è indubbiamente uno dei migliori”.

Conterio: “Gattuso è sempre stato il primo nome per la Fiorentina. Italiano potrebbe non andare al Sassuolo per il mancato accordo sullo staff”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Marco Conterio, caporedattore di Tuttomercatoweb.com: “Tramite il suo procuratore Jorge Mendes, Gattuso ha avuto contatti sia con la Fiorentina sia con la Lazio, che, a sua volta, era interessata anche a Conceição. L’accordo tra i viola e Gattuso era stato trovato già a metà aprile, la fumata nera che era stata paventata in realtà non c’è mai stata, sebbene la Fiorentina si fosse cautelata parlando con Paulo Fonseca. A Firenze la reazione per il suo arrivo è stata molto positiva. Italiano probabilmente non andrà al Sassuolo perché non è stato trovato l’accordo sui membri dello staff. Tanti allenatori cambieranno squadra, ma saranno molti a restare con il cerino in mano”.

Commenti