Gli interventi di Pietro Lo Monaco, Antonio Corbo e Enzo Bucchioni a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Pietro Lo Monaco, dirigente.
“Spalletti? Ottima scelta, per il valore del tecnico e per i risultati conseguiti. Ha allenato a Roma e a Milano, non può spaventarlo Napoli. Valzer di panchine in Serie A? Potrebbe essere un indice di non chiarezza di idee. Quando cambi con un certo ritmo o hai sbagliato quando li hai assunti o stai avendo troppa fretta. C’è il ritorno di tecnici che avevamo perso per strada, come Allegri o Spalletti, Mourinho, se dovesse rientrare anche Sarri. Sicuramente si arricchisce il calcio italiano di diatribe, tensioni e rivalità. Ma anche competitività.
Spalletti da Scudetto? Sicuramente ha la potenzialità per condurre squadre da Scudetto ma molto dipenderà anche dalla fermezza societaria e dalla squadra che gli metteranno a disposizione. Chi escluderà Mancini? Sensi e Toloi”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Antonio Corbo, giornalista.
“Spalletti è un professionista, viene da due avventure con conclusioni infelici ma ha competenza e intelligenza per emergere. Deve rivedere qualcosa del suo personaggio. L’allenatore non si discute ma se dice 3 parole in meno di quelle che dice diventa l’allenatore perfetto. A Roma si è trovato come nemico di Totti e non era di certo lui. A Milano si è ritrovato coinvolto nella vicenda Icardi ed è stato lasciato solo.
Mercato? Se non si concludono gli Europei il calciomercato è fermo. Altrimenti si leggono le stesse cose lette su Benitez e su Conceicao. Il Napoli a livello di impresa è stato gestito bene, il Bari male e anzi pesa come una zavorra sui conti del Napoli. In questo mercato si possono comprare fior di giocatori, non contano più i soldi ma la competenza.
Maradona? Onorarlo significa creare un grande villaggio dei giovani per riqualificare le periferie nel suo nome”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista.
“Stadio Maradona? Al di là della cerimonia speriamo nell’affetto di tutto. A Napoli Maradona è Maradona, mi aspetto un grande tributo popolare, compatibilmente con le precauzioni che possiamo avere. Chi ha fatto l’affare migliore con l’allenatore? La Roma secondo me ha fatto un grande colpo mediatico con Mourinho, però io credo che sia anche una grande operazione calcistica. Torna in Italia e deve ritrovare gli stimoli, il Mourinho migliore da anni non si vede. A Roma ci sono tutte le condizioni affinché lui si possa esaltare. La Roma aveva una buona personalità ma non c’erano le altre caratteristiche, come il carisma o l’essere trascinatore. Spalletti anche è un grande ritorno: è stato ad aspettare per sua scelta dopo l’Inter, a Napoli verrà con grande fame, ha fatto bene dappertutto. Allenatore che ha carisma, sa dialogare con la piazza e fa giocare bene le squadre. Si tratta di mettere a posto delle cose e credo che lui possa mettere in campo una squadra molto competitiva. Simone Inzaghi? Chi avrebbe voluto prendere il posto di Conte all’Inter? La squadra è forte ma le cessioni ci saranno, impossibile rifiutare ma ci saranno difficoltà. Allegri? Se lo prendi vuol dire che devi subito tornare a vincere e a essere competitivo. Juventus punita per la Super League? Secondo me no, anche perché ci sono pure Real Madrid e Barcellona. Si finirà con un tavolo e si cercherà di ripartire”.

Commenti