Gloi interventi di Beppe Bruscolotti, Ernesto Paolillo e Fabrizio Cappella a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Beppe Bruscolotti, opinionista.
“Penso che la lotta ormai sia tra Napoli e Inter, da ora in poi ogni partita può dare vantaggio o svantaggio. Io penso che questo discorso andrà fino alla fine, sarà una lotta aperta. Ci eravamo allontanati dalla vetta ma il calcio è bello anche perché ti riserva sempre qualcosa. Credere in ciò che si fa è la cosa più importante. I giocatori hanno ripagati le scelte dell’allenatore, come per esemio Lobotka e Juan Jesus. Due situazioni diverse ma il Napoli ha di fatto ritrovato 2 giocatori.
Koulibaly contro l’Inter? Sì perché credo che sia bello carico, sarà contento, felice e appagato. Al tempo stesso ti ritrovi in un’altra situazione in cui si trova bene. Sono belle motivazioni per entrare in campo. Cosa può essere determinante in Napoli-Inter? Al Maradona ci saranno circa 30.000 persone, il calore della gente sicuramente si sentirà e in una gara così è molto importante. Juan Jesus a sinistra? No, l’importante è seguire le idee dell’allenatore. Bisogna contrastare molto la forza dell’avversario”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ernesto Paolillo, dirigente.
“Napoli-Inter? Non per scaramanzia ma non posso non dire che il Napoli è pericoloso, queste oscilllazioni di rendimento delle squadre le avremo da qui a fine campionato. Sicuramente per le prime posizioni sarà combattuto fino alla fine. Abbiamo quattro squadre che sono alla pari, insisto nel dire che c’è anche l’Atalanta. La Juventus è comunque una minaccia per tutti, ha fatto una campagna di gennaio estremamente positiva, ovviamente hanno molto da recuperare. Però con i 3 punti non si può mai dire. Gioco di pressioni? Alla fine basta un abbassamento di tensione o qualche errore nei cambi e una partita facile può diventare difficile.
Sconfitta nel derby? L’abbiamo perso perché sull’1-0 non abbiamo chiuso la partita e anche perché i cambi non sono stati all’altezza dei titolari. Ancora una volta conta molto anche la forma fisica e io non so se questi giocatori terranno fino a fine anno. Brozovic e Barella sono bravissimi ma sono stanchi perché stanno giocando tantissimo. Nuova Champions League? Indubbiamente è una formula positiva per l’UEFA perché incasserà molto di più. In questo modo potranno distribuire anche di più e rendere più ricche le società. Però si giocherà anche di più. Io ho sempre paura che si giochi troppo, siamo un po’ al limite.
Fair Play Finanziario idea giusta? L’idea dimostra il fatto che le squadre non possono avere più debiti, su quello grande positività. La negatività è che non è stata ancora trovata la formula per smascherare le evasioni dalle regole strette. In più c’è da dare un occhio molto attento a determinati trasferimenti”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Fabrizio Cappella, giornalista.
“C’è entusiasmo attorno al Napoli ma vedere lo stadio con così poca gente è uno scenario abbastanza deprimente, nonostante poi comunque i risultati dessero ragione a Spalletti. Sicuramente ora c’è un quadro più chiaro della situazione che consente un moderato ottimismo in casa Napoli. Curioso il gioco dello scaricarsi il peso della favorita da una parte all’altra tra Napoli e Inter. Difficilmente Spalletti rinuncerà a Koulibaly, un po’ più facile forse ora rinunciare ad Anguissa visto il rendimento di Lobotka e Fabian Ruiz. Politano fuori? Non è una bestemmia, non ha la corsa a 2 come Lozano quindi l’alternativa può diventare Elmas. Politano a tratti è irresistibile e può essere una chiave, peraltro non sottovaluterei l’assenza di Bastoni nell’Inter”.

Commenti