Valentino Rossi si ritira? Indiscrezioni choc sul ritiro del Dottore. Salvare il mito, la dignità e la vita

Un finale triste per Valentino Rossi. Il Dottore, l’indiscrezione rimbalza dalla Spagna, potrebbe addirittura abbandonare a metà stagione il Moto Mondiale dopo una serie di prestazioni molto deludenti.

I tifosi e gli avversari sono abbastanza sconcertati dalla parabola discendente di Valentino Rossi. Nel paddox non c’è pietà per il tramonto di uno dei più grandi campioni del motociclismo mondiale di ogni epoca

Valentino Rossi non riesce a vincere un Gran Premio da ormai quattro anni. In questa stagione ha raccolto la miseria di 15 punti in sette gare ed occupa un mortificante 19mo posto nella classifica della Moto GP. Un risultato avvilente per un atleta che ha scritto la storia delle due ruote. Triste, solitario y final.

Con grandissima lucidità, Valentino Rossi aveva già anticipato all’universo mondo che la sua decisione sarebbe stata esternata durante la pausa estiva della Moto GP. Tutti erano convinti che Valentino Rossi avrebbe portato a termine la stagione concedendosi una sorta di meritata passerella finale.

I pessimi risultati conseguiti a bordo della moto del team Petronas potrebbero aver indotto Valentino Rossi ad anticipare l’ormai inevitabile decisione di abbandonare le corse; non a fine stagione ma nel cuore della rovente estate 2021. Restiamo con il fiato sospeso in attesa dell’annuncio ufficiale.

Valentino Rossi merita rispetto totale. E’stato un grandissimo pilota. Ha esaltato al meglio le caratteristiche delle moto affidategli superando con la sua destrezza anche eventuali gap competitivi meccanici. Valentino Rossi ha scatenato un’ondata gialla di simpatia facendo diventare la Moto GP un fenomeno planetario con audience stellare e profitti miliardari. Al cospetto di un simile campione bisogna soltanto alzarsi in piedi ed applaudire. Ha forse avuto il torto, per comprensibile debolezza umana, di restare in pista oltre il dovuto. Ha permesso a “mediocri mocciosi” d’irriderlo. Ma nessuno potrà mai scalfire il suo mito. A questo punto meglio lasciare per non rischiare oltre alla dignità anche la pelle forzando oltre le potenzialità del mezzo e delle proprie potenzialità attuali.

Peppe Iannicelli – Optimagazine.com

Commenti