Europeo: stasera Italia vs Belgio rappresenta una sorta di finale anticipata

E’ il giorno di Italia vs Belgio; grande attesa tra i tifosi italiani per la super sfida di stasera valida per il primo quarto del campionato europeo, una sorta di finale anticipata fra le due migliori formazioni di questo torneo continentale. La partita si disputerà a Monaco di Baviera, nel maestoso impianto del Bayern, alle ore 21, in un clima quasi invernale, visto che ci riferiscono che la temperatura, ieri, nella città bavarese, non sorpassava i 15 gradi. Ottimismo e grande fiducia nei suoi ragazzi del ct marchigiano è trasparita, durante la conferenza stampa di rito della vigilia. Mancini ha infatti dichiarato:

Avremo di fronte la squadra che detiene il primato nel ranking del vecchio continente, ed è tutto dire, però noi giocheremo  la nostra partita con l’obiettivo di vincere”. Sicuramente sarà una bellissima gara dove avrà la meglio la formazione che farà meno errori, perché un errore può essere fatale in simili partite senza appello.”

Anche capitan Chiellini che forse tornerà in campo, ha detto la sua sul match importantissimo di questa sera:

Ho recuperato dall’infortunio, ma deciderà il mister. Noi siamo pronti e concentrati  e faremo il nostro gioco come sempre, tentando innanzitutto di fermare Lukaku, l’arma offensiva micidiale dei Diavoli Rossi. 

Per finire ha parlato pure l’italo -brasiliano, ex del Napoli, Jorginho, che ha affermato:

Speriamo che l’Italia sia la sorpresa di questo Europeo che ha già mietuto vittime illustri. Noi  ci abbiamo creduto fin da principio e non abbiamo mai smesso di farlo, tuttavia credere di aver già fatto qualcosa di grande, è sbagliato, il cammino è ancora lungo ed insidioso, per ottenere un risultato è necessario continuare a lavorare e a fare enormi sacrifici”.

Intanto l’allenatore del Belgio conta di recuperare De Bruyne e Hazard, altri due giocatori che fanno la differenza. Riguardo allo schieramento anti Belgio, Mancini scioglierà le riserve solo stasera, a qualche ora prima del match. Probabilmente gli unici tre sicuri di giocare dal primo minuto dovrebbero essere i tre di centrocampo, vale a dire Barella, Jorginho e Verratti. Anche in attacco il trio  papabile potrebbe essere quello solito con Insigne e Berardi ai lati e Immobile al centro, del resto con le cinque sostituzioni possibili l’allenatore italiano avrà a disposizione tante soluzioni in corso d’opera.

Commenti