I sostenitori azzurri chiedono prezzi accessibili: lettera aperta del tifoso Rosario Pugliese

Gentile redazione di PianetAzzurro, sono Rosario Pugliese, un accanito tifoso azzurro, e scrivo questa lettera aperta perché ritengo che questo sia il momento di dare risposte a tutti i sostenitori del Napoli che soffrono momenti di difficoltà economica a causa del Covid ma che non vogliono rinunciare alla loro passione. Dopo un anno di stadi chiusi le persone hanno voglia di vedere dal vivo i propri campioni, i propri beniamini. Questo però non deve trasformarsi solo nel mero business. Secondo me, bisogna rispettare la passione dei tifosi e soprattutto il periodo economico complicato che viviamo dallo scorso anno. Attualmente la Società Sportiva Calcio Napoli è in ritiro a Dimaro dove giocherà delle amichevoli. Quello che non condivido sono i prezzi per accedere al centro sportivo: 22 euro per la tribuna coperta, 17 euro per tribuna laterale e curva scoperta. Alla luce di questo, mi chiedo quanto deve spendere una famiglia intera che si reca in Trentino (trasferta già dispendiosa) per vedere la squadra del cuore. Con questi prezzi, si parla di cifre importanti. Ma non è solo in ritiro il problema, quello dei prezzi è certamente un tema da affrontare anche in chiave Stadio Maradona (ex San Paolo). Il Comune di Napoli, proprietario dell’impianto, dovrebbe chiedere al Calcio Napoli di dare risposte concrete in tal senso. Il Napoli deve essere di tutti i napoletani e pertanto sarebbe necessario, appena ripartirà anche il campionato ed i tifosi potranno andare allo stadio, istituire un settore popolare con prezzi abbordabili. Un esempio? Gli anelli inferiori delle curve a 5 euro.

Grazie per lo spazio che mi dedicherete e complimenti per il vostro lavoro editoriale, che seguo con attenzione

Commenti