Gli interventi di Ciro Caruso, Luigi Pavarese e Monica Scozzafava a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Ciro Caruso, osservatore.
“Oggi il Napoli non ha venduto prezzi pregiati, gruppo consolidato. Con il deficit Juve e la vendita di alcuni giocatori in altre squadre il Napoli potrebbe avere grande autostima. Koulibaly-Rrahmani? Sicuramente a Udine hanno dato un’impronta importante perché hanno dato sicurezza. Non ha mai dato il Napoli l’impressione di poter subire qualcosa, oggi con Rrahmani c’è più solidità rispetto a Manolas. Più applicato rispetto al greco, noi non chiediamo niente ma penso che la forza di un giocatore sia conoscere i propri limiti. Lui sicuramente può fare la differenza, secondo me si sposa meglio con Koulibaly.
Oggi difensori puri ce ne sono pochissimi, il Cannavaro non c’è. Il giocatore applicato può fare la differenza. Manolas oggi rischia il posto perché poi un allenatore deve dare certezze in difesa. Oggi se Koulibaly e Rrahmani danno fiducia non penso che l’allenatore non possa continuare con quella coppia.
Osimhen difficile da marcare? In campo aperto ovviamente con quella facilità di corsa gli devi sparare! Lo devi anticipare nel pensiero perché altrimenti fa la differenza, spacca le difese e apre varchi importanti. Se lui ancora si affina sui movimenti importanti – perché a volte li sbaglia per via della foga agonistica – ci faremo veramente delle risate, perché se inizia a fare i movimenti di concetto.
Sampdoria-Napoli? Per il Napoli oggi sono tutte trappole, tutti lo aspettano. Le gare con le squadre di centro-classifica saranno improntate sul limitare gli azzurri”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Luigi Pavarese, dirigente.
“Il Napoli è chiamato a confermare quanto di buono fatto fino a oggi, fermo restando che il Napoli anche quando ha preso gli schiaffi ha avuto grande considerazione dagli avversari e per loro. Io ho più paura di Napoli-Cagliari che di Sampdoria-Napoli, arriverò un Cagliari con il dente avvelenato e soprattutto Mazzarri che vuole sempre dimostrare qualcosa. Poi c’è un giocatore come Farias che ci ha sempre fatto penare.
Meglio Politano o Lozano? Meglio Spalletti, che vive la quotidianità. Bello avere questi problemi. Il calcio è cambiato con le 5 sostituzioni, chi è subentrato è sempre entrato in campo con determinazione e voglia di fare determinanti. Al momento Spalletti ha in mano almeno 14 titolari. Deve gestirli con sapienza e intelligenza, tenendo tutti sulle spine. L’obiettivo della dirigenza è far sì che un allenatore non dorma per il turno precedente, assillato dalla possibilità di capire chi deve giocare”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuta Monica Scozzafava, giornalista.
“Credo che giocherà Zielinski oggi pomeriggio, almeno al 98%. Al 70% giocherà Rrahmani su Manolas, mentre Politano-Lozano è 50%-50%. Il Napoli deve dare una risposta di maturità e sicuramente il risultato dipenderà da questo atteggiamento mentale. Anche non dovesse arrivare il risultato, sono certa che il risultato sarà comunque importante. Non credo di trovarmi spiazzata ancora una volta di fronte a una squadra che fa bene e poi si perde all’improvviso ma spero che queste crisi siano finite. Non è una partita semplice, anche se i valori sono ovviamente differenti. Koulibaly, Anguissa e Osimhen decisivi oggi? Non so se potranno entrare nella lista dei marcatori ma come contributo certamente sono una spina dorsale. Koulibaly mi sembra più sul pezzo con Spalletti, più capace di affermare la sua leadership. Anguissa è la chiave dell’acqua, giocatore poliedrico, il Napoli non aveva giocatori con tali caratteristiche. Osimhen può essere devastante e decisivo anche solo con una cavalcata”.

 

Commenti