ANTEPRIMA PARTITA INTER vs NAPOLI, match clou del tredicesimo turno di campionato

Nel tardo pomeriggio di domenica, per i palati fini dei calciofili italiani, andrà in scena il big match, in ottica scudetto, Inter vs Napoli, con gli azzurri di Spalletti che arrivano a San Siro con il biglietto da visita, non trascurabile di primi della classe. Oggi i nerazzurri sono lontani dalla vetta ben sette punti, quindi qualora i partenopei, si aggiudicassero l’intera posta in palio, gli uomini di Simone Inzaghi potrebbero già scucirsi quel triangolino tricolore dalle maglie. Pertanto i padroni di casa non possono sbagliare questa partita. Alcuni dubbi in difesa per l’ex tecnico della Lazio, che dovrà fare a meno di De Vrij.  Al suo posto il nazionale azzurro Bastoni, recuperato dall’infortunio che lo costrinse a lasciare il ritiro dell’Italia. Sul centro destra dovremmo vedere Dimarco, qualche perplessità anche sull’impiego di Dzeko, ancora in forse, dopo l’infortunio nel derby stracittadino. Se il bosniaco non dovesse farcela sarebbe rimpiazzato da Correa, attaccante dalle grandi qualità e molto veloce che potrebbe mettere in seria difficoltà la retroguardia di Spalletti. Nel Napoli, dopo la squalifica rientrerà Koulibaly che farà coppia al centro della difesa con Rrahmani, con il greco Manolas, ritornato nel gruppo, in panchina.  Sulle corsie basse, a destra l’inamovibile Di Lorenzo e sulla sinistra Mario Rui. Nella zona mediana del campo confermatissimo il duo Anguissa – Fabian. Dubbi invece in avanti dove sono in ballottaggio Politano e Lozano e Zielinsky e Elmas. Al centro dell’attacco, ovviamente ci sarà Osimhen, che ha una voglia matta di ritornare a segnare. Infine il capitano Lorenzo Insigne dovrebbe ricoprire, come di consueto, il ruolo di esterno sinistro. Alla luce di tali indicazioni le probabili formazioni saranno le seguenti:

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Bastoni, Dimarco; Darmian, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Lautaro, Dzeko (Correa). All. Inzaghi

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Anguissa; Politano(Lozano), Zielinski,(Elmas);Insigne; Osimhen. All. Spalletti

Spazio adesso ai numeri della supersfida: i nerazzurri nelle ultime quattro partite giocate contro il Napoli hanno conquistato tre successi ed un pari, infatti i partenopei non battono l’Inter dal maggio 2019, quando al San Paolo si imposero per 4 a 1. Dal canto suo la formazione azzurra è imbattuta in serie A da ben 21 gare. Inoltre per Simone Inzaghi, il Napoli rappresenta la sua bestia nera, avendo perso il 70% degli incontri. Luciano Spalletti torna a San Siro, per la prima volta da ex e naturalmente sarebbe felicissimo di dare un dispiacere alla sua vecchia squadra. Per la cronaca, quella di dopodomani sarà, complessivamente, la partita numero 151 in massima serie tra le due contendenti.  Il bilancio vede i nerazzurri nettamente in vantaggio con 67 vittorie contro 48. Se invece teniamo conto soltanto delle gare disputate a Milano, gli ospiti, su 75 incontri, hanno avuto la meglio solamente in 9 occasioni., il che la dice lunga sulle difficoltà che Insigne e compagni potranno trovare nel tempio del calcio italiano. Per finire, il successo più recente del Napoli, in quel di San Siro, risale al campionato 2016/17, allorquando Callejon siglò il gol vittoria, il 30 aprile 2017. Come saprete per il match più importante di questa giornata il designatore arbitrale ha scelto un fischietto di spessore come Paolo Valeri di Roma.

Commenti