Pisa-Benevento, parla Fabio Caserta: “Dobbiamo badare al nostro aspetto mentale. I ragazzi li ho visti bene”

Il Benevento affronta il Pisa in trasferta, ecco le principali dichiarazioni del tecnico sannita alla vigilia della gara:

I ragazzi si sono allenati bene e abbiamo analizzato gli aspetti positivi e negativi. Il Pisa è una squadra forte che sta disputando un buon campionato. Non dimentichiamo che giocano insieme da due-tre anni ed è un vantaggio che accelera il percorso di crescita. Noi abbiamo tanti giocatori nuovi e dobbiamo tenere conto dei momenti difficili, che dovremo essere in grado di superare insieme. E’ qui che deve venire fuori il carattere di tutti. E’ importante ritornare a fare punti. Di errori ne abbiamo commessi e ne faremo ancora. Dobbiamo lavorare sull’aspetto mentale perchè bisogna reagire fin dalla prima difficoltà. La serie B ti mette al cospetto di tante difficoltà in ogni gara. Improta non  è ancora al massimo ma, al di là del ruolo, è importante dentro e fuori dal campo. E’ reduce da un infortunio serio anche se è rientrato in gruppo da due settimane.

Lapadula è tornato ieri dall’impegno con la sua nazionale e domani valuteremo la condizione. Paleari è pronto a dare una mano alla squadra. Ionita può ricoprire più ruoli, ma nel 4-3-3 lo vedo più mezzala. Decideremo in base al sistema di gioco. L’espulsione di Glik è stato un errore. Lui lo sa ed è logico che sia amareggiato. Tutti possono sbagliare a cominciare dal sottoscritto. Qualche errore di troppo l’abbiamo commesso e dovremo cercare di non ripeterli. In tutti i ragazzi c’è la volontà di continuare a fare bene. E’ abitudine del presidente organizzare degli incontri. Il nostro è un programma e momenti difficili ci possono essere. E’ stato un colloquio dove non abbiamo affrontato argomenti di altro genere perchè bisogna pensare a quello che c’è da fare. Ci sono ancora tante gare da disputare e punti da conquistare”.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.