L’Inter è Campione d’Inverno ma le vere leader del campionato sono Napoli, Milan e Atalanta

Per avere una visione a lungo termine bisogna ragionare in previsione delle sfide future, se attualmente l’Inter è campione d’inverno non vuol dire che abbia già messo in cassaforte lo scudetto, soprattutto se le avversarie, le dirette concorrenti, sono Napoli, Milan e Atalanta. I motivi sono diversi e anche se i Nerazzurri stanno tenendo un ottimo andamento statistico per quanto riguarda i risultati utili con soltanto 1 sconfitta nel girone d’andata, le tre inseguitrici stanno dimostrando di poter competere in campionato anche con una rosa decimata dagli infortuni, grazie a giocatori che sanno adattarsi e che sono sempre pronti a scendere in campo.

L’inversione dei fattori: il rientro degli infortunati nel Napoli, nel Milan e nell’Atalanta

Per comprendere a fondo le quote delle scommesse Serie A bisogna ragionare anche in maniera alternativa, ossia facendo un’inversione dei fattori rispetto a ciò che accade in questo momento. Anche l’Inter nei mesi di gennaio e febbraio dovrà affrontare numerose sfide fra campionato, Coppa Italia e Champions League, cosa accade se alcuni giocatori fondamentali si infortunano? I Nerazzurri riuscirebbero comunque a tenere il passo delle inseguitrici?

Stesso discorso però all’inverso per quanto riguarda Napoli, Milan e Atalanta. Le tre compagini non stanno scendendo in campo con i giocatori titolari e se per l’Atalanta il supplizio sembra quasi finito e si attende soltanto il rientro di Gosens, per Milan e Napoli sono ancora diversi i giocatori fuori dai giochi.

I Partenopei hanno perso terreno ma allo stesso tempo stanno riuscendo a tenere il secondo posto senza pedine fondamentali quali Koulibaly, Osimhen, Insigne e Ruiz, ecco perché a pieno organico il Napoli potrà ritornare alla vecchia media punti che gli ha consentito una partenza straordinaria di campionato nelle prime 12 gare.

Quali sono le vere leader del campionato

I siti di scommesse come Betfair danno come favoriti i Nerazzurri per la vittoria scudetto, ma con i rientri degli infortunati napoletani sopra citati e anche degli indisponibili Calabria, Theo Hernandez, Kjaer, Leao e Rebic per il Milan, l’andamento dei giochi cambierà e insieme all’Inter, gli Azzurri, i Diavoli e la Dea saranno i veri leader del campionato.

Con la Juventus fuori dai giochi che cerca disperatamente di agguantare la zona europea, la Roma che insiste e non demorde, la sorpresa Fiorentina, le ottime prestazioni di Empoli, Torino, Sassuolo e Bologna, difficilmente il percorso scudetto presenterà una strada spianata ma sarà denso di ostacoli, se si tiene presente anche la situazione in zona retrocessione con Genoa e Cagliari destinate a risalire e a racimolare punti preziosi anche contro le grandi nei prossimi mesi.

Le prossime sfide importanti del Napoli

I fuochi di capodanno riprenderanno il giorno della Befana per un inizio 2022 esplosivo degli Azzurri, il 6 gennaio ci sarà la sfida contro la Juventus, il 12 la partita di Coppa Italia contro la Fiorentina per un tour de force di 4 gare in 10 giorni.

Il 13 febbraio sarà scontro scudetto fra Napoli e Inter, il 17 la gara di andata per i sedicesimi di Europa League contro il Barcellona, il 24 la partita di ritorno e il 27 la sfida contro la Lazio. Questi due mesi saranno determinanti per scoprire dove è in grado di arrivare questo Napoli di Spalletti.

Commenti